Roma, spacciava psicofarmaci ai tossicodipendenti: arrestato tunisino con scorta di farmaci e false ricette

Roma, spacciava psicofarmaci ai tossicodipendenti: arrestato tunisino con scorta di farmaci e false ricette
1 Minuto di Lettura
Domenica 11 Settembre 2016, 16:58

Spacciatore di psicofarmaci smascherato dai carabinieri: nel pomeriggio di ieri, i militari della stazione di Porta Portese a Roma hanno arrestato un cittadino tunisino di 42 anni, già noto alle forze dell'ordine, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. All'arresto dell'uomo, avvenuto nei giardini di piazza Vittorio Emanuele II, cuore pulsante del multietnico quartiere dell'Esquilino, i carabinieri sono giunti grazie ad un lungo servizio di controllo e pedinamento di alcuni noti assuntori di droghe.

Al culmine dell'attività, è stato individuato il 42enne mentre stava consegnando ad un «cliente» una pasticca di Rivotril, comunissimo ed economico psicofarmaco a base di benzodiazepina (categoria ansiolitici, antiepilettici etc.) che, se assunta insieme ad alcol, produce effetti simili a quelli dell'eroina. L'uomo è stato immediatamente bloccato: i militari, durante la perquisizione, hanno rinvenuto nella sua disponibilità altre 60 compresse dello stesso farmaco e alcune ricette mediche contraffatte, utili per procurarselo. Il cliente del pusher è stato segnalato all'ufficio territoriale del Governo in qualità di assuntore di droghe mentre il 42enne è stato arrestato e trattenuto in caserma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA