Roma, sciopero dell'Atac e incognita taxi: oggi rischio caos

Martedì 21 Febbraio 2017
6
I romani già da sei giorni sono penalizzati dalla mancanza di taxi con l'obbligo di utilizzare o i mezzi pubblici o l'auto privata, ma oggi non avranno scelta. Ad eccezione delle fasce orarie di garanzia, se la protesta dei tassisti continuerà per il settimo giorno consecutivo, se vorranno muoversi dovranno prendere l'auto privata visto che questa volta ad incrociare le braccia saranno le categorie del trasposto pubblico.

È stato infatti indetto uno sciopero di 4 ore dei mezzi pubblici. L'astensione dal lavoro, dalle 8.30 alle 12.30, è stata indetta dalla sigla sindacale Faisa Confail. Durante lo sciopero, preannuncia l'Atac, «non sono garantite le corse di autobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civita Castellana-Viterbo. Nelle stazioni metroferroviarie delle linee che resteranno eventualmente attive, potrebbe essere interrotto il servizio di scale mobili, ascensori e montascale. Possibili interruzioni del servizio biglietterie».

Ma non è finita, per venerdì le conseguenze saranno pesanti per i tanti pendolari della Capitale visto che a fermarsi stavolta sarà il Cotral. Le organizzazioni sindacali Fit Cgil, Faisa Cisal, Ugl, Sul Ct e Cambia - Menti M410 hanno indetto uno sciopero di 24 ore. Il Cotral ha preannunciato che «le fasce di garanzia saranno rispettate», ma che «il servizio di trasporto extraurbano potrà subire disagi e/o soppressioni».

«Oggi i varchi delle Ztl diurne del Centro storico e di Trastevere non saranno attivi. L'accesso sarà quindi consentito anche ai veicoli privi di permesso. La decisione è stata presa dall'Amministrazione per agevolare la mobilità nella giornata dello sciopero del trasporto pubblico di 4 ore proclamato tra i lavoratori dell'Atac». Lo comunica Roma servizi per la mobilità.
Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio, 08:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Animali in fila dal veterinario, l'attesa diventa una mostra

di Marco Pasqua