ROMA

Roma, mafia nei ristoranti: nella Capitale il maggior numero di confische

Lunedì 2 Ottobre 2017
2

La Capitale è sul gradino più alto del podio, in tutta l'Italia, per il numero di iter processuali conclusi con confisca per infiltrazione mafiosa nei capitali di bar, ristoranti, e alberghi. Il Lazio «ha un indice doppio (5,1%) rispetto alla media nazionale (2,5%) e di queste confische l'88% è a Roma, spesso nel centro storico. Oltre il 30% delle confische riguardano ristoranti e alberghi con ristorazione». Lo ha detto Cosimo Di Gesù, comandante provinciale della Guardia di Finanza di Roma, nel corso di un intervento al primo congresso degli «Ambasciatori del Gusto».

A Roma, ha aggiunto il generale della Finanza, «sono presenti tutte le mafie e gruppi locali come la famigerata Banda della Magliana. Ma ad «investire» capitali illeciti nella ristorazione è soprattutto la 'ndrangheta calabrese. La novità - ha detto Di Gesù - è che il riciclaggio prima riguardava pizzerie, bar e ristoranti economici, ora avviene anche in locali di lusso. Noi lavoriamo a tutela degli onesti, ma avremmo bisogno di segnalazioni perché se c'è criminalità tutto il territorio si impoverisce».

Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre, 17:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA