Roma, inchiesta "Mondo di mezzo bis": in novembre l'udienza preliminare per 24 imputati

Roma, inchiesta "Mondo di mezzo bis": in novembre l'udienza preliminare per 24 imputati
2 Minuti di Lettura

Dopo la sentenza del 20 luglio, si avvicina il processo per la seconda tranche dell'inchiesta "Mondo di mezzo". L'udienza preliminare davanti al gup Monica Ciancio è prevista per il 16 novembre. Questa volta, tra le accuse contestate a 24 imputati non c'è quella di associazione mafiosa, caduta al termine del maxi processo "Mafia Capitale". La procura contesta reati che, a seconda delle posizioni, vanno dalla corruzione alla turbativa d'asta, dalla rivelazione del segreto d'ufficio al finanziamento illecito. Il giudice dovrà decidere se accogliere o meno la richiesta di rinvio a giudizio sollecitata dai magistrati.

Tra gli imputati eccellenti c'è ancora una volta Salvatore Buzzi, ras delle cooperative e braccio destro di Massimo Carminati, condannato a 19 anni di reclusione a conclusione del dibattimento principale. Insieme a lui rischiano il giudizio anche l'ex capogruppo Pd in Campidoglio, Francesco D'Ausilio, e l'ex direttore generale dell'Ama, Giovanni Fiscon. Potrebbero finire a processo anche Salvatore Nucera, capo staff della segreteria di D'Ausilio, Franco Cancelli, manager della cooperativa "Edera", Emilio Gammuto, collaboratore di Buzzi che ha già patteggiato cinque anni e quattro mesi nel filone principale. Nella lista ci sono anche Brigidina Paone, collaboratrice dell'assessorato alla Casa, Stefano Venditti, imputato in qualità di presidente della Lega delle Cooperative Lazio, Gaetano Altamura, dirigente del X dipartimento del Campidoglio, Alfredo Romani, funzionario dell'ufficio Immigrazione del dipartimento Politiche sociali, e Rossana Calistri, componente della commissione di aggiudicazione delle gare per la manutenzione del verde nelle ville storiche di Roma.

Sabato 29 Luglio 2017, 01:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA