Roma, macabra scoperta a Corso Francia: trovato morto in casa dopo due anni

Giovedì 9 Febbraio 2017 di Marco De Risi
E' morto nella sua abitazione nel 2015, il corpo, ormai ridotto a scheletro, è stato trovato due anni dopo. Ieri per caso alcuni operai sono intervenuti nel palazzo nei pressi di Corso Francia per una banale perdita d'acqua e sono stati costretti ad entrare nella sua abitazione. In una camera, sopra un letto, quel che restava del proprietario di casa, uno scheletro avvolto nelle coperte. La macabra scoperta, forse senza precedenti sotto il profilo del tempo trascorso dalla denuncia di scomparsa fino al ritrovamento del corpo, è accaduta ieri mattina in uno stabile di via Ferdinando Galiani al civico 5.

Gli operai hanno capito che la perdita d'acqua proveniva dall'appartamento della persona morta e dopo avere suonato alla porta e non ricevendo risposta, hanno richiesto l'intervento dei pompieri e di una volante per potere entrare nell'abitazione. In questo modo è stato trovato il corpo del proprietario di casa, un romano di di 59 anni. C'è stato un sopralluogo della polizia scientifica e sul posto è intervenuto anche il medico legale. Da quel poco che è rimasto del corpo, gli inquirenti tendono ad escludere che si tratti di un omicidio ma molto più verosimilmente di una morte dovuta ad un malore.
Nell'ottobre del 2015 parenti dell'uomo, che non abitano a Roma, hanno sporto denuncia di scomparsa. Ma nessun sopralluogo delle forze dell'ordine è stato fatto nell'abitazione. Ieri la terribile scoperta dello scheletro dentro il letto.
  Ultimo aggiornamento: 19:59

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma