Roma, blitz al campo nomadi di via Candoni: sequestrati coltelli e mazze da baseball

Oltre 50 armi da taglio, circa ventimila euro in banconote e numerosi oggetti di valore sono stati sequestrati dalla polizia locale di Roma Capitale nel campo nomadi di via Candoni, in un blitz iniziato all'alba di questa mattina.
 
 

Più di 400 agenti appartenenti al comando generale e ai gruppi di tutta Roma, coordinati dal comandante generale Antonio Di Maggio, con la collaborazione dei carabinieri della stazione Torrino, delle unità cinofile dell'Arma e del gruppo carabinieri forestale Roma, hanno fatto controlli e perquisizioni, disposti dalla Procura di Roma, presso gli oltre 120 moduli abitativi del campo.

Il "bottino": coltelli, spade, mazze da baseball, bastoni, arnesi come motoseghe e attrezzi vari da scasso, oltre a otto riproduzioni di armi da sparo e molti oggetti di valore quali orologi, articoli in oro, cellulari di ultima generazione. Ritrovate anche 5 divise del personale di Aeroporti di Roma. Quattro veicoli sono stati posti sotto sequestro in quanto privi di assicurazione.

Presente anche personale dell'ufficio sicurezza dell'Atac che ha collaborato nelle operazioni finalizzate alla ricerca del materiale trafugato nel vicino deposito dei bus, oltre che delle armi utilizzate negli episodi che hanno visto i mezzi e gli autisti dell'azienda essere oggetto di aggressione. Scoperte dagli agenti anche 4 porte di accesso degli autobus.

Oltre il sequestro del materiale rinvenuto, il blitz ha portato alla denuncia di 28 persone di varie nazionalità, accusate di detenzione illegale di armi e ricettazione. 35 persone sono state trovate senza documenti e portate negli uffici della questura di Via Patini per l'identificazione.
Mercoledì 16 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:21

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-05-16 23:10:42
S
2018-05-16 23:06:56
E che novita` e`? Solo la sinistra, Francesco e la magistratura fanno finta di niente.
2018-05-16 21:15:26
Se erano cittadini normali avrebbero ricevuto almeno un paio d'anni di galera. Stato in Decomposizione per Buonismo Anarco Catto Sinistro.
2018-05-16 19:06:47
Nel lancio di prima pagina si parla di "incredibile bottino". Incredibile sarebbe stato se non avessero trovato nulla. D'altronde loro stessi ammettono che il furto è la loro attività abituale e tradizionale. Ma forse sono rom razzisti
2018-05-16 18:55:05
rom, rom eternamente rom! Mao Li Ce Linyi Shandong China
QUICKMAP