Roma, il bandito che ha sparato aveva già rapinato una farmacia un'ora prima

Roma, il bandito che ha sparato aveva già rapinato una farmacia un'ora prima
di Ilario Filippone
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Giugno 2016, 19:37 - Ultimo aggiornamento: 19:39

«Aprite la cassa, sennò vi sparo». Seduto nel suo ufficio, visibilmente scosso, Alessandro Celani, un uomo sulla cinquantina, ripercorre le fasi della rapina a mano armata consumata stamani nella sua farmacia a Roma, in via delle Isole Curzolane, in zona Prati Fiscali, e si dice un miracolato: ha appena saputo che il bandito, un pregiudicato di Vigne Nuove, Giovanni Castorina, è lo stesso che un'ora dopo ingaggerà un conflitto a fuoco con un carabiniere in via Radicofani, a Fidene, nel corso di una rapina all'interno della farmacia Florio.

Il maresciallo Alessandro Catena ha riportato ferite alle braccia e alle gambe. Quando sono giunti sul posto, i sanitari del 118 lo hanno trasportato in ambulanza al policlinico Umberto I, dove è stato ricoverato anche il rapinatore, centrato all'altezza delle gambe: «Un'ora prima di recarsi in via Radicofani – racconta il dottor Celani – era stato da me. E' sbucato intorno alle dieci del mattino, indossava un casco e impugnava una pistola».

Dentro il locale, a quell'ora, c'erano due clienti e tre addetti alla vendita dei medicinali. Il bandito ha esordito così: «Oggi, non ho voglia di sparare, dunque vi conviene aprire in fretta la cassa». Il ladro è poi fuggito a bordo di uno scooter rubato, portando via pochi spiccioli: «In cassa c'era un centinaio di euro - ha spiegato il farmacista - avevamo aperto da poco». Coordinati dal capitano Nico Blanco, i carabinieri della compagnia Montesacro hanno rovistato nel passato di Giovanni Castorina. Ha precedenti per rapine e furti vari.




 

© RIPRODUZIONE RISERVATA