Merluzzi e sgomberi senza etichetta né tracciabilità: maxi sequestro di alimenti

Venerdì 3 Agosto 2018
2

Merluzzi e sgomberi privi di etichettatura e tracciabilità.  Proprio nella stagione in cui sale il consumo di pesce, la Polizia Locale ha dovuto sequestrarne in quantità perché fuori di qualsiasi norma. Come accaduto anche per le carni rosse. Prodotti peraltro venduti in un cortile esterno all'esercizio. Gli agenti del Gruppo Tuscolano hanno sequestrato 80 kg di merce alimentare e ripristinato lo stato dei luoghi in un'attività gestita da cittadini bengalesi in via Salvatore Barzilai, in zona Romanina. A presentare un esposto sono stati alcuni cittadini. I vigili hanno eseguito il sopralluogo nella giornata di ieri, riscontrando le anomalie che hanno fatto scattare sanzioni nei confronti dei gestori per circa 8.500 euro. 
 

 

Tavoli, sedie, espositori per la vendita dei prodotti erano stati illecitamente ubicati in un cortile di passaggio esterno al negozio. Ulteriori e più gravi le irregolarità rinvenute proprio sulle merci poste in vendita: 80 kg di alimenti, tra cui prodotti ittici come merluzzo e sgombro, oltre a carni rosse, venivano venduti senza le dovute indicazioni previste dalla legge a tutela dei consumatori. Tutte le merci sono state sigillate e poste sotto sequestro, in attesa della distruzione da parte dell'autorità competente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA