Roma, rapina a mano armata alle Poste dei Parioli: malori fra le clienti, banditi in fuga senza fretta

Giovedì 19 Luglio 2018
11
Loro, i rapinatori, invitavano alla calma, ma non è stato facile per tutti i clienti sotto tiro di una pistola nell'ufficio postale restare impassabili davanti a quei due banditi dai modi determinati: una giovane è stata presa da una crisi di panico, mentre altre donne si sono sentite svenire, soccorse da altri clienti.

Rapina a mano armata alle Poste dei Parioli in via Mercalli: verso le 11, aiutato dalla porta doppia non allarmata, un bandito a volto scoperto, pistola automatica in pugno, ha intimato il "fermi tutti" mentre un complice, entrato poco prima fingendosi un cliente, ha scavalcato il bancone, non blindato, ordinando alle commesse di rimpiere una busta di plastica con i contanti.

"Se state tranquilli non vi accadrà nulla", ha scandito il bandito armato alla ventina di clienti in attesa di pagare bollettini e ritirare corrispondenza. Facile a dirsi, meno a rispettare l'ordine davanti a quel marcantonio dall'atteggiamento deciso. Cappellino calcato in testa, certamente italiano, il bandito ha atteso con calma che il complice finisse di "fare la spesa" al di là del bancone: il bottino si aggira sui 3mila euro. Poi la fuga, si fa per dire, a piedi. Unico momento di imbarazzo, per due rapinatori, durante l'attesa che la porta doppia si aprisse, probabilmente azionata da un impiegato dell'ufficio che comprensibilmente non vedeva l'ora che i banditi se ne andassero. A piedi, senza fretta, come pare fossero arrivati.

Che poi la porta non sia allarmata e che il bancone non si protetto da cristalli blindatoi è un altri discorso: i due rapinatori così flemmatici hanno dato l'idea di essere professionisti, ma certo l'allestimento dell'ufficio postale, privo anche della guardia giurata nonostante la zona dei Parioli sembrerebbe richiederla. li ha facilitati non poco. 

Intanto all'interno i clienti si davano da fare per soccorrere chi si era sentito male davanti a quella pistola spianata.
Le indagini sono affidate alla Polizia. Ultimo aggiornamento: 20:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, domani all’Olimpico contro il CSKA: il successo è obbligatorio

di Ugo Trani