Raggi in visita a Ostia: tiro con l'arco e gaffe sulle spiagge libere

Mercoledì 12 Luglio 2017 di Mirko Polisano
20
Raggi a Ostia, gaffe sulle spiagge libere (foto Mino Ippoliti)

Virginia Raggi a Ostia fa centro. Almeno con l'arco. Un po' meno nel rispondere alle polemiche che recentemente hanno riguardato la gestione del mare di Roma. La sindaca in visita nel X Municipio (al campo Pasquale Giannattasio ha incontrato i bambini dell'educamp) parlando del cosiddetto «wc gate», ovvero dei bagni chimici sul lungomare di Pontente ha detto: «Su Ostia si sta facendo un ottimo lavoro». 

Ma è sulle spiagge, da sempre terreno di scontro di tutti i partiti, che la Raggi è scivolata. «Siamo riusciti a riaprire otto spiagge libere- ha detto con orgoglio la sindaca-  e molti cittadini sono contentissimi di poter accedere al mare senza pagare alcun balzello». In realtà, gli otto arenili recuperati sono sempre stati aperti al pubblico (anzi quest'anno sono stati chiusi i chioschi, dopo un bando contestato in odor di malaffare). E su quegli arenili, l'accesso è sempre stato gratuito e consentito. 

Ultimo tentennamento, quello sul cartellone estivo. «Abbiamo organizzato due eventi per ogni Municipio», ha concluso la Raggi. E per Ostia? «Non lo so, non posso ricordarli a memoria altrimenti sarei un computer». 
 

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Basta con l'oltraggio ultrà al centro di Roma

di Alvaro Moretti