Roma: picchia papà di un coetaneo, arrestato 17enne del clan Casamonica

Sabato 21 Luglio 2018
18

Ha prima bullizzato un ragazzino e poi ha pestato il padre intervenuto per difenderlo. È l’accusa scattata nei confronti di un 17enne della famiglia dei Casamonica che è stato arrestato questa mattina dalla Polizia sulla base di un provvedimento dei Gip del tribunale dei minori di Roma che ne dispone la custodia cautelare in comunità. Gli investigatori, dal mese di giugno, hanno avviato un’approfondita indagine a seguito della brutale aggressione avvenuta in zona Cinecittà Est ai danni di un uomo che aveva tentato di difendere il figlio minore, oggetto di ricorrenti atteggiamenti vessatori da parte di alcuni adolescenti appartenenti alla famiglia sinti. 

L’uomo, a seguito delle gravi persecuzioni, minacce di morte e umiliazioni subite dal figlio, anche tramite social network, ha cercato di prendere le sue difese nei pressi del parco di via Libero Leonardi, abituale ritrovo dei giovani della zona, per dissuadere il gruppo di bulli dal perseverare nelle loro condotte. Uno di loro, senza alcun motivo e spalleggiato dagli altri, lo ha colpito con violenza al volto, con un oggetto metallico adibito a tirapugni, procurandogli gravi lesioni alla mandibola e al naso, di fronte allo sgomento della moglie e dei tre figli della coppia, rimasti sconvolti e fortemente traumatizzati dall’accaduto. Rintracciato questa mattina, mentre si preparava a trascorrere la giornata al mare, il diciassettenne è stato rintracciato dagli agenti della e accompagnato presso la comunità. 

Ultimo aggiornamento: 12:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Fare il vento è un modo di dire per dire che non si paga al ristorante

di Mauro Evangelisti