Roma, «Basta birre»: massacra il padre 80enne di botte perché si rifiuta di farlo bere ancora

Roma, «Basta birre»: massacra il padre 80enne di botte perché si rifiuta di farlo bere ancora
1 Minuto di Lettura
Giovedì 15 Dicembre 2016, 13:12 - Ultimo aggiornamento: 13:34

Per un paio di birre non ha esitato a colpire ripetutamente al volto il padre 80enne, con una violenza tale da causargli un trauma cranico-facciale. Con l’accusa di maltrattamenti contro familiari e lesioni personali, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur hanno arrestato un 45enne romano, già noto alle forze dell’ordine. Ieri pomeriggio, su segnalazione dell’anziana vittima, i Carabinieri sono intervenuti nell’appartamento in via Roberto Alessandri, in zona Colli Portuensi, dove padre e figlio convivono, trovando l’aggressore in evidente stato di alterazione, dovuto all’assunzione di alcol e droga.

L’uomo, poco prima, come già successo altre volte in passato, ha aggredito il padre con violenti pugni al volto e alla testa, poiché, a suo dire, gli aveva negato alcune bottiglie di birra. I Carabinieri lo hanno bloccato e portato in carcere a Regina Coeli, come disposto dall’Autorità Giudiziaria. L’80enne è stato soccorso e trasportato all’ ospedale San Camillo, dove è stato medicato e poi dimesso con 10 giorni di prognosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA