Parco degli Acquedotti, tre ragazzini tirano sassi contro i treni, passeggera ferita

Parco degli Acquedotti, tre ragazzini tirano sassi contro i treni, passeggera ferita
2 Minuti di Lettura
Sabato 16 Gennaio 2016, 22:43

Per due giorni consecutivi hanno lanciato sassi contro i treni regionali nella zona del Parco degli Acquedotti, ma il terzo giorno sono stati bloccati dalla polizia ferroviaria. Si tratta di tre 14enni bengalesi che sono denunciati e riaffidati ai genitori. In uno degli episodi, mercoledì, una passeggera del treno regionale 2360, tra le stazioni di Capannelle e Casilina, è stata ferita alla testa in maniera non grave, mentre altri due convogli hanno avuto lievi danni. Stessa storia il giorno seguente, giovedì, ed in questo caso veniva lievemente danneggiato un convoglio del trasporto regionale.

Gli investigatori hanno quindi individuato con maggiore precisione l'area in cui si erano verificati i lanci, corrispondente al «Parco degli acquedotti» in zona Appio Claudio, zona particolarmente vasta e che in alcuni punti permette di costeggiare da vicino la linea ferroviaria. Personale della Squadra di Polizia Giudiziaria della Polfer, diretta da Marco Napoli, e del Posto Polfer di Ciampino, ha dato il via ad una serie di controlli lungo linea.

Verso le 11 un gruppo di tre giovani si è avvicinato velocemente alla linea ferroviaria e dopo aver raccolto alcuni sassi li ha lanciati contro il treno regionale 7219, colpendolo in più punti senza però provocare vistosi danni o feriti. La polizia è intervenuta precludendo ogni via di fuga ai giovani che venivano immediatamente bloccati. I ragazzi, tutti quattordicenni di origine bengalese, sono stati denunciati per attentato alla sicurezza dei trasporti ed affidati ai rispettivi genitori. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare se gli stessi minorenni sono responsabili anche di altri episodi di lancio sassi verificatisi nella zona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA