Ambulanti cacciati dalla spiaggia dagli attivisti di CasaPound: polizia indaga per violenza privata. Il prefetto: «Atti intollerabili»

Lunedì 10 Luglio 2017
63
Sono in corso indagini della polizia per risalire ai responsabili del blitz antiabusivi di ieri di Casapound sulle spiagge libere di Ostia. L'azione è stata documentata nel video qua sopra, pubblicato da Luca Marsella, responsabile di CasaPound. Secondo quanto si è appreso, al vaglio degli agenti del commissariato di Ostia, ci sono sia il filmato che le foto finite su diversi social network. A breve sarà pronta un'informativa per violenza privata e manifestazione non autorizzata.

Insieme a un gruppo di attivisti, Marsella ha promosso un blitz sulle spiagge di Ostia per "cacciare" i venditori ambulanti abusivi che «oltre a cianfrusaglie di dubbia provenienza, vendono anche bibite facendo concorrenza sleale ai legittimi concessionari delle strutture che invece sono sovente tartassati da controlli di vigili».

«Sono atti di forza che non possono essere tollerati. Faremo una segnalazione alle forze di polizia competenti», aveva subito detto il prefetto Domenico Vulpiani, commissario di Ostia. «Sono iniziative politiche e strumentali» ha aggiunto Vulpiani ricordando che c'è in atto un «piano di controlli della polizia locale d'intesa con la capitaneria di porto» che riguarda i 18 chilometri circa di litorale.

«Condanniamo fermamente le violenze e le intimidazioni sulla spiaggia di Ostia. Nessuno deve sostituirsi alle istituzioni», ha scritto la sindaca Raggi su Twitter.


  Ultimo aggiornamento: 11 Luglio, 11:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Animali in fila dal veterinario, l'attesa diventa una mostra

di Marco Pasqua