Roma, operatori dei mercati rionali in piazza: «No all'aumento dei canoni»

Venerdì 17 Novembre 2017
Salviamo I mercati rionali è lo slogan che lunedì prossimo porterà in piazza del Campidoglio gli operatori di 40 dei 50 mercati rionali di Roma. Il motivo del malcontento è la modifica della percentuale dei canoni concessori che I mercati in convenzione A.g.s. devono corrispondere a Roma Capitale. «Una modifica - spiega Valter Papetti coordinatore delle A.g.s. (mercati autogestiti) di Roma - che è stata attuata senza alcun confronto con un atto unilaterale».

In pratica, prima dell'approvazione dell'emendamento al bilancio, gli operatori corrispondevano al Comune il 20 per cento del canone annuo mentre il restante 80 per cento veniva 
abbattutO” perchè gli operatori stessi si occupavano della manutenzione ordinaria e delle pulizie dei singoli mercati. Con la modifica, sono tenuti a versare al Comune il 50 per cento del canone «perchè sostengono che non siamo stati in grado di garantire la pulizia e la manutenzione. Questo ci offende ma, ancor di più non permetterà ad alcuni operatori di continuare a lavorare», ha aggiunto Papetti. Gli operatori, che hanno fatto ricorso al Tar, «si ritroveranno tutti lunedì in piazza del Campidoglio per manifestare p«erché, nonostante ora ci dicano che vogliono confrontarsi, per noi è troppo tardi», ha concluso Antonio Fainella, responsabile politiche sindacali della Cna di Roma. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma