Mattarella inaugura Terapia intensiva pediatrica all'Umberto I:
famiglie in contatto con i piccoli pazienti grazie alle cam

Martedì 15 Dicembre 2015 di Mauro Evangelisti

Il nuovo reparto di Terapia intensiva pediatrica del Policlinico Umberto I è pronto: sono stati ristrutturati 570 metri quadrati in cui trovano posto 13 letti e l’ambulatorio chirurgico.

Si tratta di un reparto innovativo dal punto di vista tecnologico che ha come standard di riferimento i centri medici più avanzati degli Stati Uniti. Al centro del reparto c’è una sorta di torre di controllo, con dei monitor in cui medici e infermieri vedranno in tempo reale i valori che descrivono le condizioni dei pazienti. Non solo: è stato anche introdotto il Guardian Angel, che consente il contatto a distanza grazie a delle telecamere delle famiglie con i piccoli pazienti.

L'intervento è costato 2,095 milioni di euro, di cui 1,460 milioni della Regione, il resto frutto dei contributi dei privati. «La riqualificazione, soprattutto tecnologica - ha detto Corrado Moretti, direttore della Pediatria d'Urgenza e terapia intensiva pediatrica - è stata possibile grazie alla collaborazione della Fondazione Roma che ha permesso l'incontro di attori pubblici e privati, come la Regione Lazio, l'Università Sapienza, le Fondazioni Caltagirone e Vodafone».  

Ha visitato il nuovo reparto il capo dello Stato, Sergio Mattarella, accompagnato dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, dal presidente della Regione, Nicola Zingaretti, e dal direttore generale del Policlinico Umberto I, Domenico Alessio. Mattarella ha autografato una foto-quadro nel reparto di pediatria che simboleggia la parte storica del policlinico. «Essere qui è stato molto bello e anche carico di emozione, perché si tratta della cura dei bambini. Insieme ai medici immagino la grande soddisfazione quando un bambino esce guarito, risanato, da questa struttura. Credo che sia la più grande delle ricompense» ha detto Mattarella.

All'inaugurazione tutti i sostenitori del progetto: Alessandro Caltagirone; Leonardo e Lorenza Caltagirone (Fondazione Caltagirone); Alex Zanardi, ex pilota oggi presidente della Fondazione Vodafone.

Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre, 18:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma