Dopo l'occupazione, il liceo Socrate conta i danni: bagni guasti e insulti sui muri

Martedì 20 Novembre 2018 di Marco Pasqua
2
Dopo l'occupazione, il liceo Socrate conta i danni: bagni guasti e insulti sui muri

Aule deturpate con scritte di minacce e insulti omofobi; corridoi e sale professori sfregiate con offese ai docenti, danni all'impianto di riscaldamento, bagni rotti. Pochi giorni di occupazione sono bastati a lasciare il segno, al liceo Socrate, alla Garbatella. Se, infatti, le lezioni sono potute riprendere solo lunedì 19 (era stato occupato il 13), ai docenti l'amara scoperta delle conseguenze della presa della scuola da parte degli antagonisti del Collettivi. I danni, infatti, ammonterebbero a circa 20mila euro, tanto che la Lega, tramite Fabrizio Santori e Raffaella Rosati, rispettivamente dirigente regionale e consigliere nell'VIII Municipio, chiedono al ministero «l’invio di ispettori per valutare la situazione del Liceo, stabilire le responsabilità di quanto accaduto, e ripristinando la normalità».

Leggi anche:----> Gli studenti occupano il liceo Righi: la preside li denuncia alla polizia​
 

 

«In questi giorni di occupazione, gli studenti sono riusciti ad accumulare danni per oltre 20.000 euro, lasciando la scuola in uno stato tale da dover pianificare un immediato piano di lavori straordinari – dicono gli esponenti della Lega - Restiamo sconcertati dalla notizia che per tutto il periodo dell’occupazione alcuni docenti sarebbero rimasti nell’istituto addirittura ricevendo dei genitori mentre gli occupanti riducevano le aule in condizioni pietose». Alcuni studenti, sui social, si sarebbero giustificati così: «Abbiamo danneggiato la scuola, così potevamo avere fondi per migliorarla». Durante i giorni di occupazione, tra l'altro, nell'istituto sono entrati anche alunni esterni, non iscritti al Socrate.

Ultimo aggiornamento: 20:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA