Gli studenti occupano il liceo Righi: la preside li denuncia alla polizia

Lunedì 19 Novembre 2018 di Marco Pasqua
3
Il liceo Righi occupato

Nel giorno in cui sono regolarmente riprese le lezioni negli ultimi due licei occupati della Capitale, il Pilo Albertelli e il Socrate, prosegue la “staffetta” dei Collettivi per interrompere l’attività didattica e protestare contro le politiche del governo. Ieri, è toccato al Righi, in via Campania: circa 100 studenti hanno deciso di occupare la sede del loro istituto. Con un blitz pianificato da giorni dal “Collettivo Ludus Righi”, i ragazzi si sono introdotti nella scuola intorno alle 17 e l’hanno dichiarata occupata, posizionando banchi e sedie di fronte al portone di ingresso. 
 

 

Sui social è subito partito l’invito agli studenti ad unirsi alla protesta: invito che, però, non sembra aver fatto breccia. Subito dopo il blitz, la preside, Monica Galloni, si è presentata al commissariato Castro Pretorio e ha formalmente sporto denuncia per segnalare l’interruzione delle lezioni. Inoltre, provvedeva ad informare i genitori di quanto accaduto: «Nel pomeriggio la scuola è stata occupata da un gruppo di studenti. Il personale, docenti ed Ata, non è presente all’interno dei locali. Martedì 20 novembre le lezioni sono sospese in entrambe le sedi», recitava la comunicazione apparsa sul sito ufficiale. L’ingresso nell’istituto veniva consentito anche agli esterni. Si tratta della quinta occupazione a Roma, dopo quelle concluse al Mamiani, Virgilio, Pilo Albertelli e Socrate. 

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre, 13:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA