Roma, Kasih, la magnifica tigre di Sumatra al Bioparco nella nuova area “indonesiana”

Roma, Kasih, la magnifica tigre di Sumatra al Bioparco nella nuova area “indonesiana”
di Maria Lombardi
3 Minuti di Lettura
Giovedì 25 Giugno 2015, 06:15 - Ultimo aggiornamento: 28 Giugno, 00:08

Kasih quando ha toccato la terra si è emozionata, non conosceva che il cemento. Poi è andata a sdraiarsi al sole sotto le canne di bambù, anche questa una novità, viveva nell'ombra. Finalmente a casa, la tigre di Sumatra. E non nelle foreste tropicali ma nel centro di Roma, al Bioparco. Per Kasih - nella lingua locale questo nome significa grazie - e Jasmine, tigre del Bengala, è stato creato un angolo dell'isola indonesiana: le piante e gli alberi che crescono laggiù, un ruscello e una vasca perché a questa specie che va scomparendo - nel mondo ce ne sono solo 400 - piace molto stare nell'acqua.

La nuova area delle tigri di Sumatra è stata appena inaugurata, uno spazio di mille metriquadrati il doppio rispetto alla vecchia ”casa“ senza erba e senza sole.

Solo il Bioparco, in Italia, ospita questo felino così raro ormai grazie a un ad un programma europeo di conservazione (European Endangered species Programme). Un «evento eccezionale», per il presidente della Fondazione Bioparco, Federico Coccìa. «Finalmente, dopo cento anni, nasce il nuovo exhibit che ha una superficie più che raddoppiata rispetto all'area originaria, realizzata a inizio ‘900 dall'architetto Carl Hagenbeck e della quale abbiamo conservato le imponenti rocce storiche. Mi rattristava vedere le tigri in quel fosso umido e ombroso così, per farle stare meglio, abbiamo riprodotto un ambiente simile a quello naturale con corsi d'acqua che sfociano in grandi vasche e vegetazione tropicale».

Un'ampia vetrata consente ai visitatori di osservare le tigri molto da vicino. «Una sezione educativa con installazioni didattiche consente di conoscere - aggiunge il presidente - le caratteristiche salienti della specie, con particolare riferimento all'eco-etologia, alle minacce di estinzione e ai progetti di conservazione in natura».

LE VISITE

L'area è stata realizzata con il contributo della Fondation Segré, impegnata nella conservazione delle specie animali e degli ecosistemi nel mondo, mentre i pannelli educativi sono stati creati in collaborazione con la Presidenza del Consiglio di Roma Capitale. Kasih, esemplare maschio della tigre di Sumatra, ha poco più di un anno, arriva a Roma dallo zoo di Beauval in Francia. Questa specie rischia l'estinzione perché sta scomparendo il suo habitat, distrutto per fare posto alle coltivazioni di palma da olio. Nel recinto accanto c'è Jasmine, tigre del Bengala di circa 14 anni di età.

Il 27, 28 e 29 giugno e domenica 5 e 12 luglio, dalle 10 alle 17, operatori didattici, in compagnia di animatori, saranno a disposizione per rispondere a tutte le curiosità sulle tigri di Sumatra.