Roma, in fiamme alcuni giacigli dei clochard alla stazione Termini: un ferito
La Caritas denuncia: «Ingenti i danni all'ostello, colpito un volontario»

Lunedì 16 Aprile 2018
1
In fiamme nella notte cartoni usati da senza fissa dimora come giacigli di fortuna davanti alla Caritas di via Marsala, nei pressi della stazione Termini a Roma. Sul posto i vigili del fuoco e la polizia. I pompieri hanno salvato dalle fiamme due persone. Un senza fissa dimora palestinese di 29 anni, rimasto ustionato a una spalla, è stato trasportato dal 118 in ospedale in codice giallo. Da chiarire le cause del rogo. Non si esclude nessuna ipotesi: neanche la pista dolosa.

Le fiamme, tuttavia, hanno danneggiato la struttura della Caritas che ospita l'ostello per i senzatetto. «L'incendio, subito spento dai vigili del fuoco, non ha causato gravi feriti - si legge nella nota Caritas - anche grazie all'intervento degli operatori che hanno prontamente messo in salvo i senza dimora che vi alloggiavano. Ingenti danni sono stati causati alla struttura esterna dell'Ostello con il crollo pressoché totale del controsoffitto e dei corpi illuminanti. Uno degli operatori della Caritas ha riportato un trauma dovuto alla caduta del materiale mentre si apprestava ai primi soccorsi dei senza dimora, mentre lievi ustioni sembra siano state riportate da due degli occupanti delle baracche, subito trasportati al pronto soccorso dell'Umberto I». 

Quello di stamattina, è il secondo episodio di questo tipo nell'arco di una settimana, la volta precedente l'incendio è stato tenuto sotto controllo dagli operatori della Caritas con gli estintori. Da mesi, con più segnalazioni rivolte alle Istituzioni, l'ente pastorale e gli abitanti del quartiere hanno denunciato lo stato di completo abbandono di via Marsala, evidenziando soprattutto i pericoli per coloro che dimorano nelle baracche. «Pur incontrando e mantenendo rapporti di aiuto con gli abitanti delle baracche, invitandoli a trovare altre sistemazioni alternative, gli operatori della Caritas nulla possono per prevenire tale situazione se non appellarsi alle Istituzioni. Purtroppo a nulla è servito, l'unica consolazione è che non ci siano vittime». Ultimo aggiornamento: 11:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA