MATTEO RENZI

Preso il presunto killer del gioielliere di Prati, Renzi e Marino: «Grazie ai carabinieri»

Sabato 18 Luglio 2015
Dopo la notizia, data dal ministro dell'Interno Angelino Alfano, della cattura del presunto killer del gioielliere Giancarlo Nocchia, ucciso a Roma il 15 luglio durante una rapina nel suo negozio nel quartiere Prati, sono diversi i messaggi di congratulazioni da parte dei rappresentanti delle istituzioni ai carabinieri che sono riusciti nell'operazione.



Le congratulazioni di Renzi. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi si è congratulato con il generale Del Sette, comandante generale dell'Arma dei Carabinieri per l'operazione che ha portato all'arresto del sospettato dell'omicidio, un 32enne tossicodipendente di origini napoletane, fermato su un treno all'altezza di Latina. Lo si apprende da fonti di Palazzo Chigi.



Marino: «Grazie ai carabinieri a nome di Roma». «Voglio ringraziare, a nome di tutta la città, i Carabinieri per l’eccezionale intervento attraverso il quale è stata assicurata alla giustizia la persona che gli elementi a disposizione porterebbero a individuare come il responsabile dell’omicidio di Giancarlo Nocchia, avvenuto nella gioielleria in Prati. L’uomo, a quanto pare, quando è stato fermato era in possesso di armi e dunque ancora nelle condizioni di rappresentare un pericolo per tutta la comunità. Ancora una volta le forze dell’ordine sono intervenute con determinazione e rapidità. Ora ci aspettiamo che la giustizia faccia presto il proprio corso». È quanto dichiara il sindaco di Roma Ignazio Marino in una nota



I complimenti di Zingaretti. «Complimenti a Carabinieri e forze investigative per aver risolto in pochi giorni il caso doloroso del gioielliere di via dei Gracchi». Lo scrive in un tweet il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA