Fontana di Trevi: tuffo "sincro" misto all'indietro di una coppia americana. Multa di 900 euro

Fontana di Trevi: tuffo "sincro" misto all'indietro di una coppia americana. Multa di 900 euro
3 Minuti di Lettura
Domenica 26 Agosto 2018, 14:18 - Ultimo aggiornamento: 19:41

Ennesimo tuffo nelle fontane di Roma, uno 'sport' che in questo agosto sembra piacere molto ai turisti nonostante la stretta sui controlli decisa dal Campidoglio e le multe salate che rischiano. La preferita da sempre è la fontana della Dolce Vita immortalata da Federico Fellini grazie al bagno di Anita Ekberg. Ieri agenti della polizia locale sono intervenuti per bloccare una coppia di turisti statunitensi di circa 50 anni che si erano gettati improvvisamente nella Fontana di Trevi con un tuffo all'indietro. 

LEGGI ANCHE: Roma, turisti immergono i piedi a Fontana di Trevi e Piazza Venezia, multa da 450 euro e denuncia per vilipendio

LEGGI ANCHE: Roma, caccia ai vandali dell'Altare della Patria: il Mibact pronto a transennare la fontana

Entrambi sono stati multati per un totale di 900 euro. Già in precedenza una pattuglia aveva fermato e sanzionato un cittadino russo, di circa 40 anni, intento a bagnarsi sempre a Fontana di Trevi. Ed in precedenza una turista egiziana di 29 anni era stata sorpresa intorno all'1,40 di notte a immergere i piedi nella stessa fontana. Anche per lei è scattata una multa di 450 euro. Due giorni fa era stata la volta un ragazzino spagnolo di 12 anni anche lui bloccato da una pattuglia del comando generale in servizio di controllo in piazza Navona, mentre era intento a bagnarsi in una delle fontane monumentali. Il dodicenne era con tre fratelli, tutti minorenni che lo incitavano a proseguire nella passeggiata all'interno della vasca. Gli agenti, dopo aver fatto uscire il ragazzo dall'acqua, si sono attivati per rintracciare i genitori, che si erano momentaneamente allontanati per fare shopping nelle vie del centro. Proprio a loro è stata notificata la multa da 450 euro.

Solo pochi giorni fa una turista americana di 68 anni, era sta bloccata dalle forze dell'ordine, perché aveva immerso un piede nella fontana che si trova alla base dell'Altare della Patria, il monumento nel cuore di Roma che conserva il sacello del Milite ignoto. Per questo gesto la turista è stata non solo multata, come di prassi, con una sanzione di 450 euro per il pediluvio nella fontana, ma è stata anche denunciata per vilipendio di tombe. La stretta nei controlli, e anche nelle sanzioni, è scattata la scorsa settimana dopo che due turisti hanno fatto il bagno nudi nella stessa fontana ai piedi del Milite Ignoto. I due stranieri, sembra inglesi, ancora non sono stati rintracciati, nonostante la diffusione delle loro foto e l'invito da parte dei vigili urbani a tutte le autorità consolari a collaborare nella ricerca. Ma il caso ha acceso ancora una volta sulle offese ai monumenti e alle fontane di Roma. «Saprò io come 'educarè questi idioti se verranno presi, l'Italia non è il bagno di casa loro!», aveva tuonato su Twitter il ministro dell'Interno, Matteo Salvini. E il vicesindaco di Roma Luca Bergamo aveva preannunciato la volontà di procedere, una volta individuati dai vigili, a una denuncia per vilipendio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA