Fiumicino, problemi tecnici per un aereo: undici addetti lo spingono a forza fino in pista

Lunedì 18 Luglio 2016
16

L'aereo non riesce a raggiungere la pista? Basta spingerlo a mano. E' accaduto all'aeroporto intercontinentale di Fiumicino dove il volo Iberia 8415 del 17 luglio operato da Air Nostrum (del gruppo Iberia) e diretto a Vigo (Spagna) su un aeromobile CRJ9 sigla (EC-JYA), previsto in partenza alle 15,10, a causa di un problema "tecnico" è partito con circa 90 minuti di ritardo. Per raggiungere la pista però sono serviti undici uomini robusti per spingerlo dall'area d'imbarco fino alla zona di rullaggio.

Saliti tutti i passeggeri e caricate le stive gli operatori della società Aviapartner, colosso mondiale dell' handling aeroportuale, sono stati costretti letteralmente a spingere l'aereo sulla pista, sotto gli occhi della torre di controllo di Enac ed Enav e del gestore aeroportuale (Aeroporti di Roma) che con le sue vetture "gialle" del "sar" ha bloccato la viabilità per permettere la manovra.

A fare da sfondo a una manovra insolita, il nuovo terminal in costruzione costato miliardi di euro e in fase di completamento.

Immediata la sanzione economica, la più alta, che la società Aeroporti di Roma ha comminato alla società di handling Aviapartner per le modalità di gestione del volo Iberia, diretto a Vigo. L'handler, avendo spostato l'aeromobile facendolo spingere dai suoi dipendenti, invece che tramite un proprio mezzo (push-back), «si è reso infatti responsabile di una violazione delle procedure previste dal regolamento di scalo per la movimentazione di aeromobili e mezzi in area "airside"».

Ultimo aggiornamento: 20 Luglio, 10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA