Roma, pistole, cocaina e ordigni chiodati nascosti in casa: trentenne arrestato

Giovedì 26 Ottobre 2017
1
Due pistole, 40 cartucce, due ordigni artigianali pieni di chiodi, oltre a diverse dosi di cocaina: è quanto sequestrato, a Val Melaina, dagli agenti della polizia di Stato, a un 31enne romano. Sono stati gli investigatori del commissariato Fidene-Serpentara, ad individuare l'uomo: durante i servizi di appostamento, i poliziotti hanno notato A.M. - queste le iniziali dell'uomo già noto agli investigatori - uscire più volte dall'interno di uno stabile che non era la sua abituale residenza. Siamo in via Pasquariello, zona di caseggiati popolari; gli agenti dopo alcune verifiche decidono di fermare il 31enne per un controllo. Alla richiesta di chiarimenti circa la sua presenza in quella zona, A.M. mostrava un'insolita preoccupazione e un grande nervosismo. Indosso aveva alcune dosi di stupefacente. Ispezionando lo stabile in questione, gli agenti hanno individuato l'abitazione che usava A.M.: all'interno c'erano armi e cocaina. Si tratta di un revolver cal.22 con matricola abrasa e di una Beretta cal.6,35 risultata rubata, entrambe con il relativo munizionamento; i due ordigni artigianali erano due candelotti del peso di 70 grammi ciascuno, con all'interno numerosi chiodi d'acciaio, devastanti nel momento di un'eventuale esplosione. Scoperti e sequestrati anche 6 dosi di cocaina, un bilancino di precisione e altro materiale per il confezionamento della droga. Per A.M. è scattato l'arresto per detenzione illegali di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tremolina malata e contesa: scatta la gara di solidarietà

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma