Roma, evade a San Valentino per dare il regalo alla fidanzata: «Sono un inguaribile romantico»

Giovedì 16 Febbraio 2017 di Michela Allegri

Ha raccontato ai giudici di essere un «inguaribile romantico». Disposto a tutto, anche a finire per l'ennesima volta in manette, pur di regalare fiori e cioccolatini alla sua amata il giorno di San Valentino.

LA PROMESSA
Alessandro Iodice, un trentaduenne residente a Tor Bella Monaca e ristretto agli arresti domiciliari per detenzione di stupefacenti, è evaso nel giorno più rosa dell'anno per raggiungere la fidanzata, che avrebbe trascorso da sola la sera del 14 febbraio. E' stato arrestato dai carabinieri della stazione di Tor Bella Monaca e della compagnia di Frascati, diretti del comandate Melissa Sipala.

IL PROCESSO
Ieri, a piazzale Clodio, al termine di un processo condotto con rito direttissimo, il giudice ha convalidato la misura cautelare e il giovane è stato nuovamente sottoposto ai domiciliari. Alle domande del pubblico ministero d'udienza, il trentaduenne ha risposto cercando di giustificarsi: «Volevo solamente comprare un pensierino per la mia ragazza», ha detto. Quando martedì i militari si sono presentati a casa sua per il controllo giornaliero, infatti, Iodice non era presente. Sembrava spirito nel nulla. I carabinieri hanno aspettato finché non è tornato nell'abitazione. Messo alle strette, ha cercato di minimizzare, raccontando di essersi assentato pochi minuti per acquistare un regalo per la compagna.

LA SCUSA DEL DONO
Peccato che il ragazzo fosse evaso anche lo scorso week end. A nulla sono quindi valse le giustificazioni: i militari dell'Arma gli hanno stretto le manette intorno ai polsi e lo hanno spedito, di nuovo, sul banco degli imputati.
  Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio, 08:16

LE VOCI DEL MESSAGGERO

C’è il tutto esaurito in palestra per vincere la prova costume

di Mimmo Ferretti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma