Eadessopedala, quando le due ruote diventano un lavoro: anche a Roma i corrieri ecologici in bici

Eadessopedala, quando le due ruote diventano un lavoro: anche a Roma i corrieri ecologici in bici
di Cristina Montagnaro
3 Minuti di Lettura

L’idea innovativa è consegnare pacchi e corrispondenza in bicicletta per tutta Roma. L’esempio arriva dai ragazzi di “Eadessopedala”. Corrieri sulle due ruote per le strade della Capitale. Non importa quanto siano lontani i luoghi da raggiungere ciò che conta è arrivare.

La bicicletta è diventata un lavoro, grazie all’intraprendenza di due ciclisti ungheresi, che sono stati i primi a portare questo servizio a Roma. Sono Roland Ruff, 38 anni e Thomas Simon, 42 anni, che hanno fondato una delle prime aziende italiane di corrieri in bicicletta e ora hanno 22 dipendenti, quasi tutti studenti universitari o appena laureati che vanno in bici a Roma.

Ma come è nata l’idea delle consegne in bici? “Mi trovavo a Valencia con la mia famiglia, dove facevo già il bike messenger e un ragazzo mi ha detto che a Roma non esisteva una ditta del genere e così credendo nel futuro, mi sono trasferito a Roma ed insieme al mio amico abbiamo fondato una srl”, spiega Roland Ruff.

Si sono fatti conoscere attraverso il porta a porta, il volantinaggio e il passaparola e adesso sono molti i clienti che li apprezzano: avvocati, commercialisti, notai e aziende ecosostenibili. Perché uno dei vantaggi dell’andare in bicicletta è quello di fare bene all’ambiente: non inquinare.

Altro punto di forza dell’utilizzo della due ruote è quello della velocità, perché assicura Roland “in centro siamo più rapidi di qualsiasi altro corriere, in periferia e fuori dal centro gareggiamo con i motorini, loro arriveranno 10 minuti prima, ma non sono niente rispetto al bene che noi facciamo alla città”.

Ed ecco allora che ai tanti romani non sono passati inosservati i ragazzi che con la divisa di colore giallo e nero sfrecciano per consegnare i pacchi sulla loro bicicletta su strade come Lungotevere, via Cavour, via Cola di Rienzo.

Gli eco fattorini macinano chilometri dal 2008, ora sono 22 i corrieri part-time e fanno 3000 consegne al mese. Gli unici mezzi utilizzati per le consegne sono le biciclette: oltre a quelle classiche ci sono le biciclette cargo di origine danese Bullit, capaci di trasportare 9-10 pacchi, dal peso complessivo di 120 chili.

Le tariffe per le consegne ecologiche vanno dai 7 euro per le zone centrali fino ai 20 euro fuori dal centro.

Corrieri ecologici ci sono anche in altre città italiane come Milano e Parma, solo per citarne alcune. Ma e’ proprio a Roma, che quest’estate ci sarà il campionato italiano dei ciclo corrieri, organizzato dai ragazzi di “Eadessopedala”. L’occasione è riservata non solo a ciclisti, ma anche agli appassionati delle due ruote.

Sabato 28 Febbraio 2015, 10:05 - Ultimo aggiornamento: 2 Marzo, 09:35