ROMA

Desirée, il Riesame: resta l'accusa di omicidio volontario per il senegalese

Giovedì 15 Novembre 2018
1
Desirée, riesame: resta accusa di omicidio volontario per il senegalese

Omicidio volontario: resta l'accusa per Mamadou Gara, il 27enne senegalese arrestato nell'ambito delle indagini per la morte di Desiree Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina trovata senza vita la notte tra il 18 e il 19 ottobre in uno stabile abbandonato nel quartiere San Lorenzo.

LEGGI ANCHE Desirée, cade l'accusa di omicidio per 2 arrestati: «Non fu stupro di gruppo»
LEGGI ANCHE Desirée, il pusher incastrato dall'acquisto di un farmaco

Lo ha deciso il tribunale del Riesame che ha fatto cadere l'aggravante dei futili motivi nella violenza sessuale e della cessione di sostanza stupefacente da tre o più persone. Per gli altri due arrestati il tribunale della Libertà aveva fatto cadere l'accusa di omicidio.
 


Dare un nome e individuare chi avrebbe stuprato Desiree. Con questo obiettivo domani in Procura a Roma sarà affidato l'incarico ad un perito per effettuare analisi sui reperti biologici e trovare tutte le tracce di Dna e isolare il codice genetico di chi ha avuto rapporti sessuali con la giovane vittima. 

Ultimo aggiornamento: 17:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA