Colleferro, rubano cambiamonete in una sala slot: arrestati subito grazie al gps

foto
Rubano una macchina per cambiare le monete ma vengono arrestati nel giro di un'ora grazie al gps. E' successo venerdì pomeriggio a Colleferro, alle porte di Roma. Due sono le persone arrestate e una terza è in corso di identificazione. I tre hanno raggiunto una sala slot a Colleferro e hanno rubato un apparecchio per il cambio monete, approfittando della temporanea assenza del proprietario, dopo averlo sradicato dal muro e aperto con un frullino. Circa 4 mila euro il bottino,

Ma è stato grazie al dispositivo di localizzazione gps in dotazione alla macchinetta che gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Colleferro sono riusciti ad individuare l’esatta posizione della macchina, ritrovata in un’abitazione privata a circa un chilometri di distanza dalla sala slot.

Ad aprire la porta di casa una donna che, alla richiesta dei poliziotti, ha riferito di vivere con il figlio 26enne, uscito in auto da poco con un suo amico 46enne. Quando quest’ultimo è tornato a casa, sono bastate alcune domande degli investigatori per far confessare il ragazzo che ha indicato il nascondiglio del malloppo: un locale nel retro della palazzina dove, dietro alcuni pannelli in lamiera, gli agenti hanno rinvenuto l’apparecchio già tagliato e svuotato.

Gli agenti successivamente hanno ritrovato i soldi all’interno di un secchio in plastica pieno di monete da 2 euro pari a 2.450 euro. Rintracciato anche il complice, un pregiudicato 44enne, ex fabbro, che ha cercato di negare il fatto fino a quando, messo alle strette dai poliziotti, ha consegnato circa 260 euro, parte del bottino ricevuto per il lavoro svolto: mettere a disposizione la sua macchina, la sua mano d'opera e aiutare a scaricare l’apparecchio.

La parte mancante dei soldi, 650 euro, è stata rinvenuta in via Fontana Bracchi, in un sacchetto dietro un gabbiotto del contatore del gas, poggiato sull’erba. Accompagnati negli uffici di Polizia per la redazione degli atti, P.R. con numerosi precedenti di polizia, e S.V., entrambi di Colleferro, sono stati arrestati per furto aggravato in concorso.

(Foto Luciano Sciurba)

ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani