Roma, cenano, non pagano poi picchiano la titolare: caccia a due rom

Mercoledì 28 Marzo 2018 di Marco De Risi
Prima la cena, poi le botte. Due nomadi hanno cenato in un ristorante senza farsi mancare nulla con tanto di dolci e dessert. Peccato che non solo non hanno saldato il conto ma hanno anche malmenato la titolare che aveva tentato di farli pagare così come fanno tutti i clienti. Non c'è stato niente da fare: i nomadi sono fuggiti a bordo di un'auto facendo perdere le tacce. La cena a sbafo con percosse è accaduta lunedì sera nel ristorante cinese XinYi in via Trionfale 9020 poco distante dalla fermata della stazione Monte Mario. Sono stati i ristoratori a richiedere l'intervento della polizia. Nel giro di pochi minuti due equipaggi sono accorsi al ristorante.

E hanno trovato la titolare, una cinese sulla cinquantina, in preda al panico che ha raccontato agli agenti cosa era accaduto poco prima del loro arrivo. Due clienti, si erano seduti ad un tavolo ed avevano ordinato da mangiare. «Ho visto che erano persone particolari - ha raccontato la proprietaria alla polizia - ma ho creduto di sbagliarmi e comunque noi dobbiamo servire tutti». I due clienti hanno ordinato una serie di pietanze come se non badassero a spese. Sono stati a tavola per circa due ore. Poi si sono alzati con la scusa di andare a fumare. «Io sono uscita dal locale - ha raccontato la titolare - ed ho visto quei due che si stavano allontanando. Ho provato a bloccarli ma subito mi hanno minacciato di morte. Uno mi ha strattonata ferendomi ad un braccio e l'altro ha tirato fuori un coltello. Poi sono saliti su un'auto scura e sono fuggiti». Le volanti hanno controllato i campi nomadi nelle vicinanze ma nessuna traccia dei due giovani.
  Ultimo aggiornamento: 21:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tremolina malata e contesa: scatta la gara di solidarietà

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma