Mafia Capitale, l'avvocato di Buzzi: «Credo che questa sentenza sia una pietra miliare»

Mafia Capitale, l'avvocato di Buzzi: «Credo che questa sentenza sia una pietra miliare»
2 Minuti di Lettura

«Abbiamo sempre creduto in una sentenza come questa, anche nel momento più duro del nostro lavoro difensivo». Cosi l'avvocato Alessandro Diddi, difensore di Salvatore Buzzi, in merito alla sentenza con la quale i giudici della decima sezione penale hanno fatto cadere l'accusa di mafia. «Bisogna dare atto che questo tribunale ha avuto un coraggio enorme nell'arrivare a sovvertire la sentenza della Cassazione che aveva confermato il 416 bis. Credo che questa sentenza sia una pietra miliare in questo tipo di fenomeni -ha proseguito il penalista- Non so se esiste la mafia a Roma ma oggi posso dire che Salvatore Buzzi non è un mafioso e non lo è nemmeno Massimo Carminati». Riguardo l'attendibilità del suo assistito, non creduto dalla procura nel corso di cinque interrogatori, Diddi ha affermato: «Credo che oggi Buzzi sia stato creduto perché altrimenti, certe condanne che si basano esclusivamente sulle dichiarazioni di Buzzi, il tribunale non avrebbe potuto darle. Quindi io credo che avremo anche una soddisfazione sul.piano dell'attendibilità. È per questo che credo che la procura debba rifare daccapo il processo mondo di mezzo, che non chiameranno più Mafia Capitale».

Giovedì 20 Luglio 2017, 15:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA