Roma, scritta Br sul monumento a Moro, denunciato un autista Ncc: in casa trovata la bomboletta spray

È stato individuato e denunciato dai carabinieri il presunto autore della scritta Br sul monumento dedicato ai «martiri di via Fani» dello scorso 22 marzo a Roma. I carabinieri del nucleo investigativo hanno eseguito il decreto di perquisizione con contestuale informazione di garanzia, emesso dalla Procura di Roma, nei confronti di un romano di 47 anni incensurato. Gli investigatori sono arrivati a lui al termine di una complessa attività investigativa che si è sviluppata attraverso la visione delle telecamere posizionate lungo le vie limitrofe, accertamenti di natura informatica, analisi di dati di traffico telefonico e di diversi profili presenti su vari social network.
 

L'uomo denunciato è un autista Ncc (auto a noleggio con conducente) che per gli investigatori non sembrerebbe avere, al momento, alcun collegamento con ambienti di area eversiva. Nel corso della perquisizione sono stati trovati i vestiti e la bomboletta di vernice spray utilizzati in quell'occasione. I carabinieri hanno inoltre trovato nella sua abitazione un proiettile calibro 9x21 e una decina di bossoli abusivamente detenuti.
 
 
Venerdì 25 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:25

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2018-05-25 21:09:26
no cranio connesso
2018-05-25 16:50:42
Revocargli la licenza Comunale immediatamente e senza indugi,almeno per rispetto di quelle povere vittime colpite così vigliaccamente!!!
2018-05-25 14:23:41
L'elemento in questione, fa parte di quella categoria di persone ,ambigue e vigliacche,che di notte si aggirano per la cittĂ  (non solo Roma ) in attesa che venga loro in mente ....qualcosa di idiota,da fare !
2018-05-25 14:22:28
Sarebbe opportuno anche togliergli la licenza perché questo tizio è palesemente svalvolato e non è opportuno che ignare persone (turisti compresi) si ritrovino in macchina con lui...
2018-05-25 13:19:46
Non esageriamo con gli indizi: i bossoli "abusivamente detenuti" non sono imputabili, a meno che non facciano parte di munizionamento "da guerra". Sono pezzi di metallo inerti. Le nostre Leggi assurde, potrebbero definire una bottiglia da vino vuota "Bomba Molotov scarica".
QUICKMAP