Fanno il bagno nudi nella fontana del quartiere Monti: multati turisti francesi

Fanno il bagno nudi nella fontana del quartiere Monti: multati turisti francesi
2 Minuti di Lettura
Martedì 21 Ottobre 2014, 20:05 - Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 09:46

Hanno approfittato dell'inusuale calda nottata d'autunno per fare un ultimo bagno fuori stagione, in slip e reggiseno. Non in mare ma nella seicentesca fontana del quartiere Monti, cuore nevralgico del centro di Roma e fulcro della movida capitolina.

Protagonisti sei giovani turisti francesi, tra i 18 e i 21 anni, la cui bravata è costata loro una salatissima multa da 269 euro, ciascuno. Il bagno in stile Dolce Vita nella piazzetta deserta a due passi dal Colosseo, frutto probabilmente di qualche bicchiere di troppo, non è stato notato solo dai vigili urbani, che hanno fermato e sanzionato i ragazzi invitandoli a rivestirsi, ma anche da alcuni passanti che hanno filmato sui loro smartphone ogni minuto di quella scena.

Canti, balli ed un girotondo improvvisato attorno allo storico monumento del quartiere, nel silenzio di una calda notte d'ottobre e che per nulla ha ricordato la scena felliniana di Anita Ekberg e Marcello Mastroianni immersi nella fontana di Trevi.

«Probabilmente i ragazzi - il commento dell'assessore Marta Leonori - non hanno neppure idea del valore del monumento che hanno scambiato per una vasca qualunque. Roma è un museo a cielo aperto e ha bisogno di un turismo responsabile e rispettoso. Ecco perchè non ci stancheremo mai di appellarci al senso di responsabilità e di civiltà di chi viene in visita nella nostra città». «Non abbiamo bisogno di un turismo che danneggia e offende Roma e i suoi monumenti - conclude -. Cittadini e vigili sono sentinelle attivissime nella difesa del nostro patrimonio artistico».

Esattamente cinque mesi fa un turista brasiliano di 16 anni lasciò il suo discutibilissimo ricordo sul Colosseo incidendo l'iniziale del suo nome sul muro della terrazza Valadier. Prima di lui, padre e figlio australiani avevano avuto la stessa pensata, rimediando una denuncia. Qualche mese prima, a gennaio, un quindicenne canadese tentò di portarsi a casa un frammento dell'Anfiteatro Flavio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA