Atac, sì alla circolazione dei bus fino all'esito del concordato

Atac, sì alla circolazione dei bus fino all'esito del concordato
2 Minuti di Lettura
Martedì 29 Maggio 2018, 14:26

Sì alla circolazione dei bus fino all'esito del concordato. A quanto si apprende da fonti del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sul procedimento relativo alla verifica della idoneità finanziaria di Atac Spa, l'Avvocatura Generale dello Stato, interpellata dal ministero, ha espresso il proprio parere ritenendo che il Mit possa sospendere la procedura sull'accertamento del requisito finanziario, in attesa dell'esito del procedimento di concordato attualmente in corso.

Di fatto ciò rappresenta un via libera alla circolazione dei mezzi. L' Atac avrebbe dovuto fornire al Mit entro 60 giorni garanzie finanziarie pena la revoca dell'autorizzazione all'esercizio. Il Ministero aveva infatti comunicato all'azienda che gestisce il trasporto pubblico di Roma un termine di sessanta giorni, ormai in scadenza, per fornire gli atti e i documenti necessari a mantenere l'iscrizione al Ren, il registro elettronico nazionale per gli operatori della mobilità.

L'iscrizione al registro è infatti un adempimento «necessario per l'esercizio delle imprese di trasporto», pena la revoca dell'autorizzazione all'esercizio del servizio del trasporto pubblico locale. In ballo c'era una fideiussione che all' Atac mancava all'appello. Dopo la comunicazione del Ministero alla municipalizzata si sono svolti incontri, definiti positivi, con il Campidoglio per trovare una soluzione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA