Zagarolo, arrestati due studenti pusher: la droga era nascosta tra i libri

Giovedì 6 Dicembre 2018
Le dosi le avevano nascoste tra i libri, poi quando arrivavano nel parcheggio vicino alla scuola cominciavano a distribuire droga ai clienti giovani come loro: studenti ventenni. I Carabinieri della Stazione di Zagarolo, a seguito di due diversi servizi di osservazione, hanno arrestato due studenti per il reato di detenzione ai fini di spaccio. I militari sono intervenuti, dapprima, in un parcheggio comunale di viale Ungheria, a Zagarolo, sorprendendo un giovane studente 20enne mentre stava cedendo una dose di hashish ad un suo cliente. I due, alla vista degli uomini dell’Arma, hanno tentato di disfarsi della sostanza, ma sono stati bloccati e portati in caserma. Sono scattate anche le perquisizioni delle rispettive abitazioni e a casa dello studente sono stati trovati 60 g. di hashish, 50 g. di marijuana, circa 2.500 euro in banconote di piccolo taglio e materiale vario per il confezionamento delle dosi. Tutto era stato nascosto tra i libri di testo dell’università e nei cassetti della sua camera da letto. Nel corso di un’attività investigativa, avviata parallelamente all’arresto del 20enne, i Carabinieri della Stazione di Zagarolo hanno fatto scattare un blitz nell’abitazione di un altro giovane studente, anche lui di 20 anni residente a Gallicano nel Lazio, sospettato di essere il fornitore del pusher, dove è stato trovato in possesso di 10 panetti di hashish – per un peso complessivo di oltre 1,2 Kg - e circa 20 grammi di marijuana suddivisi in dosi. I due giovani spacciatori sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e posti agli arresti domiciliari nelle rispettive abitazioni, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Cercasi Roscio disperatamente

di Marco Pasqua