Alberi caduti, 82mila a rischio, l'assessore Montanari: «Un'incuria durata dieci anni»

Lunedì 23 Ottobre 2017
14
«Dopo 10 anni di incuria totale in cui gli alberi non sono stati controllati népotati noi da mesi abbiamo avviato un'attività di monitoraggio che ci ha consentito già di controllare 15 mila alberi. Su questi noi abbiamo effettuato un'analisi sulla capacità di resistenza e poi decidiamo quali interventi fare ( abbattimento o potatura)». Così l'assessora Pinuccia Montanari arrivata a Piazza delle Cinque Giornate poco dopo la caduta di un pino che ha centrato in pieno tre auto e causato il ferimento di una persona. «Questa attività andava fatta ogni anno - sottolinea - Quello che stiamo facendo è di recuperare il tempo perduto in passato. Gli alberi devono essere messi in sicurezza. Considerando che il patrimonio di Roma ha 330mila alberi, 82mila sono oggetto del primo intervento che stiamo effettuando e in 3 mesi ne abbiamo già controllati 15mila e di questi il 3 per cento sono da abbattere».

«Presso il nostro dipartimento -a ggiunge Montanari - c'è la mappatura di tutto quello che è stato controllato è di come sta procedendo con grande celerità questa attività di monitoraggio essenziale per mettere in sicurezza la città. Vorrei esprimere la mia piena solidarietà alle persone coinvolte, noi stiamo correndo per rimettere la città in sicurezza . I cittadini devono sentirsi sicuri di poter camminare e attraversare la propria città«. »Su questo quartiere stiamo intervento, il primo e il secondo municipio sono quelli più problematici perché hanno più alberi noi comunque stiamo operando in tutti i municipi« conclude. © RIPRODUZIONE RISERVATA