Roma, quarto rimpasto in giunta: arrivano Gatta e Castiglione. Già 16 assessori in un anno

Raggi e Gatta
di Simone Canettieri e Mauro Evangelisti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Agosto 2017, 08:59

Rosalba Castiglione al Patrimonio e alle Politiche abitative e Margherita Gatta ai Lavori Pubblici. Tra oggi e domani Virginia Raggi nominerà altri due assessori. E potrà così vantare un primato: in dodici mesi ha dato un posto in giunta a sedici persone differenti, solo limitandosi agli atti di nomina formali perché se si contano anche gli annunci in campagna elettorale allora gli assessori diventano 17 con l'indimenticato rugbista-presentatore Andrea Lo Cicero. Considerando come tale ogni ritocco alla formazione, quello in arrivo è di fatto il quarto rimpasto.

Significa, una media di un rimpasto ogni tre mesi. Ancora: in nome del pauperismo che va di moda, la prima giunta Raggi aveva solo nove assessori più la sindaca. Poi sono diventati dieci. Ora, con la nomina di altri due, si arriverà a dodici. Come dire: in campagna elettorale gli slogan sul risparmio hanno il loro fascino, poi quando si deve governare una città complicata come Roma si scopre che il famoso mare compreso tra il dire e il fare è in realtà un oceano.

IL NUMERO QUINDICI
Fin qui i numeri. Ma chi potrà vantarsi di essere l'assessore numero quindici e numero sedici della giunta Raggi? Per i lavori pubblici la scelta sembra ormai fatta: Margherita Gatta, 55 anni, laureata in Giurisprudenza, è attivista del Movimento 5 Stelle dal 2012. Alle ultime elezioni amministrative è stata candidata al V Municipio, ma non è andata benissimo, perché malgrado il trionfo grillino prese solo 73 preferenze e non fu eletta. Ma a volte la gloria non passa dalle urne: a luglio viene premiata e assunta come componente della segreteria dell'assessore Luca Montuori. Il Pd ha attaccato quell'incarico: «Candidata non eletta, assunta in Campidoglio: Raggi e Montuori assumono Gatta.

Per M5S se perdi le elezioni vinci un posto di lavoro». Quando è stata arruolata, è stato chiaro che quella era solo una fase di passaggio e che poi sarebbe stata nominata assessore assegnandole una delle deleghe di Montuori, i Lavori pubblici. Ieri il blog Romafaschifo si è divertito a fare le pulci alla pagina Facebook di Margherita Gatta (subito dopo è stata cancellata). Emerge, dagli screenshot, una certa propensione a rientrare in alcuni luoghi comuni sugli attivisti del Movimento 5 Stelle: elogi della cura Di Bella, post contro i vaccini, il cancro che verrebbe curato con la buona alimentazione, allarmismo sui terremoti. Ma è anche vero che le pagine Facebook spesso sono uno specchio non fedele delle qualità di una persona.

L'AVVOCATA
L'altra casella che sarà riempita, portando a dodici il numero totale degli assessori, è quello del Patrimonio e delle Politiche abitative. Anche in questo caso si punta su una donna di legge, l'avvocato Rosalba Castiglione, trapiantata a Roma ma originaria della provincia di Caltanisetta. Su Facebook rilancia il suo sostegno al candidato M5S alla presidenza della Regione Sicilia, ma anche numerosi interventi di Virginia Raggi, del presidente del Consiglio Marcello De Vito e dell'assessore al Bilancio Andrea Mazzillo (proprio quest'ultimo, fino a ieri, ha avuto la delega al patrimonio che ha poi restituito dopo avere scoperto, come ha spiegato lui stesso, che in chat la Raggi stava cercando un sostituto per quel settore). Per quanto riguarda la dirigente Ater, Stefania Grassia, dovrebbe andare a dirigere il dipartimento patrimonio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA