ROMA

Marra, Raggi chiede scusa ma non si dimette

Venerdì 16 Dicembre 2016
61
Raggi

Travolta dall'arresto del suo collaboratore Raffaele Marra, Raggi chiede scusa ma rimane al suo posto: «Voglio esser chiara - dice - l'amministrazione va avanti. Il dottor Marra non è un esponente politico e il mio braccio destro sono i cittadini romani».
 


Ecco il discorso integrale del sindaco: «Abbiamo appreso con sorpresa dell'arresto di Raffaele Marra, dirigente del comune di Roma per fatti che, per quanto risulta fino a ora, non riguarderebbero in alcun modo questa consiliatura. Abbiamo piena fiducia nel lavoro della magistratura, anzi, li ringraziamo per la loro opera. Marra era già un dirigente di questa amministrazione e noi ci siamo fidati. Probabilmente abbiamo sbagliato. E di questo mi dispiace. Mi dispiace nei confronti dei cittadini romani e nei confronti del MoVimento 5 Stelle e di Beppe Grillo che aveva sollevato qualche perplessità». Il discorso del sindaco Virginia Raggi oggi in conferenza stampa postato sul blog di Beppe Grillo. «Detto ciò, - prosegue Raggi - voglio evidenziare che il dottor Marra non è un esponente politico di questa giunta, ma un dirigente dell'amministrazione da oltre 10 anni. Faremo tutto quanto nelle nostre possibilità, e per quanto di nostra competenza, per fare luce, collaborando pienamente con la magistratura. A partire dalla nomine, per quanto abbiamo sempre chiesto il supporto dell'avvocatura e dell'Anac. Sottolineo che, già nel 2013, io e gli altri consiglieri del MoVimento 5 Stelle abbiamo depositato in aula una mozione contro gli affitti d'oro di Scarpellini. Questo ha consentito di far risparmiare milioni di euro ai cittadini romani. Di certo procederemo immediatamente con la sostituzione del Capo del Dipartimento del Personale. Voglio essere chiara: l'amministrazione va avanti. Il dott. Marra, come ho sempre detto, è uno dei 23 mila dipendenti capitolini e non un esponente politico. Il mio unico 'braccio destro' sono i cittadini romani. È per loro che ogni giorno lavoriamo senza sosta. Andiamo avanti con serenità».

Bastano le scuse della Raggi? «No, non penso proprio»: risponde così ai cronisti Carla Ruocco uscendo dal Forum assieme a Nicola Morra e Roberto Fico. E Fico, rispondendo ai cronisti afferma: «è chiaro che per me Marra non è solo un tecnico».

Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre, 01:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani