Raggi, caos giunta: Grillo lunedì a Roma

Venerdì 2 Settembre 2016
37

E' il giorno dopo le dimissioni a raffica che hanno colpito la Giunta Raggi. Il sindaco Raggi, a quanto si apprende, stamane è a lavoro per selezionare i curriculum per sostituire l'ex assessore al Bilancio Marcello Minenna, l'ex capo di gabinetto Carla Raineri e i vertici di Ama e Atac che ieri si sono dimessi. «Obiettivo - spiegano dallo staff della sindaca interpellati sui tempi delle scelte - è trovare le personalità migliori».
 

 

In un primo momento era trapelata l'indiscrezione di una visita di Grillo a Roma, ma il leader del M5S ha deciso di non intervenire. Al momento, si ragiona in ambienti pentastellati, il leader lascia il campo al direttorio con cui si confronterà nei prossimi giorni il sindaco Virginia Raggi.

Oggi si è riunita in Campidoglio quel che resta della Giunta e potrebbe arrivare una decisione sul nuovo amministratore unico di Atac dopo le dimissioni dell'ex dg Marco Rettighieri e dell'ex amministratore unico Armando Brandolese. Da ieri al vaglio del sindaco Raggi e dell'assessore alla Mobilità Linda Meleo, a quanto si apprende, sono al arrivati vari curriculum.

Gli assessori rimasti esprimono voglia di andare avanti ma anche «sofferenza». «È un'ulteriore emergenza di fronte a cui ci troviamo - dice l'assessore Flavia Marzano - e se non la vogliamo chiamare emergenza chiamiamola urgenza, perché non possiamo restare senza assessore al bilancio e senza vertici delle partecipate. Sapevamo che la strada era in salita, ma siamo una squadra e nella riunione di ieri (che all'ora di pranzo Virginia Raggi ha convocato con assessori e maggioranza, ndr) si è sentito forte». Un altro assessore, che preferisce rimanere anonimo, invece risponde: «Come mi sento? Se vi crollasse il palazzo addosso come vi sentireste? Certo che c'è sofferenza...». Lo stesso assessore, però, esclude di voler lasciare anche lui dopo Marcello Minenna. 

Dal lato dei dimissionari, dopo l'ex dg di Atac Rettighieri intervistato dal Messaggero, a parlare è stata Carla Romana Raineri, ormai ex capo di gabinetto. «Se manca legalità? Diciamo che un magistrato se ne va..», ha detto alla stampa arrivando in Campidoglio il giorno dopo le sue dimissioni. Dimissioni che, precisa, sono avvenute «prima della revoca, che non aveva ancora effetto». Sulle motivazioni, il magistrato precisa che le spiegherà quando sarà tornata a Milano e che non è in Campidoglio per incontrare la Raggi, ma solo per recuperare le sue cose. 

Sul fronte rifiuti, lunedì 5 settembre Raggi e l'assessore Muraro saranno sentite dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati, presso Palazzo San Macuto. L'appuntamento sarà trasmesso in diretta webtv. 

Ultimo aggiornamento: 3 Settembre, 07:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA