Muraro indagata, il Pd chiede le dimissioni: «Ha mentito»

Muraro indagata, il Pd chiede le dimissioni: «Ha mentito»
1 Minuto di Lettura
Lunedì 5 Settembre 2016, 18:45

L'opposizione chiede a gran voce le dimissioni dell'assessore all'Ambiente Paola Muraro che in commissione Ecomafie ha ammesso di sapere da luglio scorso di essere indagata. «Muraro sapeva da luglio. Ma Raggi, Di Maio e Grillo da quando sapevano? Doppia morale, doppio gioco e zero governo di Roma. MalgovernoM5S», scrive su Twitter il deputato Pd, Andrea Romano.

«Paola Muraro ha mentito. Sapeva da tempo di essere indagata e ha continuato, con sangue freddo, a sostenere di non sapere nulla di indagini della procura nei suoi confronti», dichiara Stella Bianchi, deputata e componente Pd nella Commissione sul Ciclo dei rifiuti. «E sono indagini - continua - a quanto apprendiamo, su reati come traffico illecito di rifiuti, abuso d'ufficio, truffa, falso in atti pubblici. La Raggi sapeva? Non sappiamo se augurarci, per Roma, che la Raggi fosse connivente o talmente ingenua da non accorgersi di nulla». «Un avviso di garanzia non è di certo una condanna ma mentire a sangue freddo sulla propria condizione di indagata come ha fatto Paola Muraro è un atto di enorme gravità», conclude.

«Fuori dalle stanze del Campidoglio gente indagata per reati ambientali gravissimi. Muraro se ne vada via subito. Fuori! È indagata dal giorno del Natale di Roma? Evidentemente una data provvidenziale», gli fa eco il senatore di Fi Francesco Giro.





 

© RIPRODUZIONE RISERVATA