ROMA

Il "Don Mario" di Niko Sinisgalli sabato a Matera e presto anche nei ristoranti all'estero

Giovedì 15 Aprile 2021 di Valeria Arnaldi
Niko Sinisgalli

Pasta fresca, accompagnata da un sugo al pomodoro, semplice ma dalla ricetta segreta, preparato con ingredienti della filiera di “Io sono lucano”, marchio di Coldiretti, gestito dalla cooperativa “La Nuova Aurora”. Sarà l’ormai celebre “Don Mario”, che ha stregato molti palati noti, il piatto che lo chef  Niko Sinisgalli, Ambasciatore della cultura enogastronomica della Basilicata e Matera 2019, sabato mattina, alle 12, presenterà a Matera al mercato di Campagna Amica di Coldiretti. Una ricetta importante. Per gusto, storia e anche nuove prospettive.

Originario di Matera, lo chef Sinisgalli, tra le star del mondo del gusto, sta lavorando a una joint venture con ‘La Nuova Aurora’. Obiettivo, portare nel mondo il suo piatto, pure per il mercato Horeca. La richiesta non manca. Sono state tante le personalità che lo hanno apprezzato, incluso il Dalai Lama. Senza trascurare i molti personaggi famosi del mondo dello spettacolo, da Liam Neeson a Richard Gere, da Gerard Depardieu a Sophia Loren e tanti altri.

In questo periodo di confinamento, in cui le distanze sembrano incolmabili e il piacere condiviso della tavola pare un ricordo lontano, lo Chef Executive Niko Sinisgalli di Palazzo Naiadi della Compagnia di lusso Anantara e Maria Rosito, manager nel settore agroalimentare, hanno deciso di guardare lontano - nel pieno senso del termine - portando le loro visioni di sapori, in chiave Horeca, all’estero.

«Niko fa questo piatto da tanti anni - racconta Maria Rosito - è diventato il nostro signature dish, racchiude la nostra filosofia, è una tradizione rivisitata. Niko è cresciuto con questa ricetta, che è quella tipica lucana, della domenica. La cucinava sua nonna, chef negli anni Settanta. Per gioco, Niko ha inserito questo piatto nel menu tanti anni fa e poi è diventato noto all’estero. È anche una ricetta emozionale per noi, è dedicata a suo padre, venuto a mancare prematuramente».

Immediata - e ottima - la risposta. «Depardieu quando arriva, va subito in cucina e dice: Niko, voglio il Don Mario - prosegue - e vuole cucinarlo insieme a lui. Chiede gli spaghetti. Di solito Niko lo propone con la pasta fresca. È un piatto amato da molti. Anche dall’estero ci domandano la ricetta. E molti ristoranti erano da tempo interessati a metterlo in Carta».

Il Don Mario conquista. «Tutti conosciamo questo magico piatto delizioso dal profumo tradizionale e dal sapore del futuro – commenta Coldiretti Basilicata - gustoso, profumato, soffice, amato da tutto il mondo e pronto per essere esportato in migliaia e migliaia di quantità all’estero in formato famiglia al dettaglio ed in preparazione per il mercato Horeca».

Ora, il lancio della nuova iniziativa.

«Sarà proposto come street food nei mercati Campagna Amica - annuncia Maria Rosito - e arriverà anche all’estero. Esportiamo già la confezione formato famiglia, con il sugo pronto per cinque persone. Realizzeremo una linea per il mercato Horeca. Abbiamo già fatto contratti con Arabia Saudita, America e Giappone. Ci sarà il nostro marchio. Sarà il Don Mario di Niko Sinisgalli».

Dunque, "Don Mario" si prepara a conquistare le tavole, di casa e ristoranti. Basterà cuocere la pasta e aggiungere il sugo per regalarsi un pasto da star. Gli ingredienti saranno tutti di agricoltori di Campagna Amica: di prima qualità, coltivati senza pesticidi, e in confezione plastic free.

«A Niko dico sempre - conclude Maria Rosito - che il futuro appartiene a chi ha un grande passato».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA