Coppa Città di Rieti al rush
finale: Urbani e Hartmann in vetta

Sabato 18 Agosto 2018 di Giacomo Cavoli
Il pilota reatino Luca Urbani

RIETI - La Coppa Città di Rieti arriva quasi al termine della sua breve durata. Una gara già corta di suo (sette giornate, dal 13 al 19 agosto) rispetto alla lunghezza quasi faraonica assunta, nel corso di alcune edizioni, da giornate della Coppa Internazionale del Mediterraneo apparse interminabili (undici o dodici giorni di competizione, in media). Ma quest'anno entrambi gli appuntamenti organizzati dall'Aero Club Rieti hanno pagato lo scotto di una meteo rivelatasi assolutamente ingenerosa fin dalle prime giornate della Cim, con pioggia e fortissime raffiche di vento pomeridiane, che hanno ridotto la Coppa Internazionale a otto voli validi e la Coppa Città di Rieti, fino a ieri, a sole due giornate sulle sette contemplate dal regolamento, dopo il primo volo valido di lunedì e tre giorni di stop da martedì a giovedì.
 

Per raggiungere le tre giornate minime indispensabili alla validazione della gara a livello nazionale, le speranze restano quindi tutte concentrate su oggi e domani, dopo un percorso, quello di ieri, infarcito di aree task e persino con la ciliegina sulla torta del finish ring, un cerchio del raggio di 10 km esteso a partire dall'aeroporto Ciuffelli, per consentire ai piloti in arrivo di atterrare "virtualmente" a Rieti non appena toccato il bordo del finish ring e da lì, a quel punto, valutare anche il possibile atterraggio all'aviosuperficie di Terni pur di scampare alla pioggia.
 

LA CLASSIFICA

Le aree task disegnate dalla direzione gara hanno spedito la Coppa Città di Rieti fin quasi a Siena, tornando su Castiglione San Casciano, con difficoltà, però, da parte di diversi piloti, a chiudere il task, rimangiandosi così la già esigua classifica costruita con i soli punteggi assegnati lunedì.
 

Nel Gruppo A, alianti non più performanti come gli ultimi modelli a disposizione (ma bisogna sempre controllare chi è al comando della cloche) il migliore di giornata è di nuovo il reatino Luca Urbani, in un podio giornaliero tutto tricolore, tallonatissimo dal biposto di Giorgio Marchisio nuovamente in coppia con Fabrizio Cavicchio. Dovesse tener fede alla promessa di vincere, Urbani - che nelle gare di casa riesce sempre ad esprimere il meglio - potrebbe portarsi a casa il podio di classe, anche se il terzetto tedesco con Lisa Scheller, Lukas Blattmann e Philip Goralski guarda a vista lui e il duo Marchisio - Cavicchio.
 

Nel Gruppo B, a Peter Hartmann - argento della 15 Metri ai campionati europei di Rieti 2015 - i tre giorni di stop servono per riprendersi dalle fatiche dell'appena concluso Mondiale in Repubblica Ceca. Così, guadagnato un po' di riposo, l'austriaco si applica in quello che sa fare meglio e torna a seminare il terrore in qualità di primo della classifica di giornata, un balzo così in avanti - rispetto al misero piazzamento di lunedì - che lo stabilizza subito in terza posizione, mentre davanti a lui, primo, c'è una delle più promettenti stelle della nazionale azzurra, Davide Schiavotto, seguito dal biposto di Andrea Ferrero e Alberto Sironi, secondi.  
 

IL SILENZIO PER GENOVA

Raccolto l'invito del presidente del Coni, Giovanni Malagò, ad osservare un minuto di silenzio nel corso di tutte le manifestazioni sportive in fase di svolgimento in Italia per onorare la memoria delle vittime del disastro stradale di Genova, anche all'aeroporto Ciuffelli, oggi, giornata dei funerali di Stato, si svolgerà un momento di raccoglimento nel corso del briefing meteo di questa mattina.
 

Risultati e percorsi di gara all'indirizzo: https://www.soaringspot.com/en_gb/coppa-citta-di-rieti-2018-rieti-2018/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma