Rieti, al Ciuffelli parte la stagione:
ecco i 37 piloti della Cim,
Urbani subito sugli scudi

Lunedì 5 Agosto 2019 di Giacomo Cavoli
Alianti al Ciuffelli
RIETI - Percorsi lunghi, convergenze dritte fino ai punti di virata (previste fin dal mattino nel briefing meteo tenuto da Ezio Sarti), velocità garantite fino a 135 km orari e classifiche frizzanti fin dalla prima giornata di gara di ieri. All’aeroporto Ciuffelli prende nuovamente quota la Coppa Internazionale del Mediterraneo organizzata dall’Aero Club Rieti, quest’anno avara di partecipazioni (37 piloti, contando i soli al comando fra coloro in gara a bordo degli alianti biposto) ma non certo nella qualità, con il suo profluvio di titoli mondiali ed europei che si preparano a monopolizzare i vertici delle classifiche delle tre classi in cui il direttore di gara Aldo Cernezzi è stato costretto a dividere la Cim (18 Metri, Open e Mista, con dentro Standard e 20 Metri), scontando l’assenza di alianti di classe Club e 15 Metri. Una partecipazione esigua – quella alla prima competizione dell’estate volovelistica reatina – messa a dura prova, più degli altri anni, dalla concomitanza con altri eventi sparsi in giro per l’Europa e dove però, per strana coincidenza, hanno finito per darsi inconsapevolmente appuntamento alcuni fra i migliori campioni del volo a vela di ieri e di oggi. Così, a supplire alla quantità, stavolta, ci penserà la qualità.

LE SFIDE
Nella sola classe Open – quella con alianti superiori ai 20 metri di apertura alare – sarà uno scontro a tre tra il francese Eric Bernard (campione mondiale nel 2014 in classe Club), l’olandese Roland Termaat (campione europeo del 2007 nella 18 Metri) e il dinosauro tedesco Bruno Gantenbrink, nel solo 1989 vincitore sia mondiale (15 Metri) che europeo (Standard) e, di nuovo, al vertice dei Campionati Europei di Rieti del 1994 nella Open. Ieri, Gantenbrink si è affrettato a dimostrare di non aver certo perso lo smalto degli anni migliori, sedendosi sul primo gradino del podio di giornata, alle spalle di Davide Schiavotto ed Alberto Sironi, mentre a Termaat il primo volto ha riservato il quarto posto della classifica.

Nella 20 metri - inserita in classe Mista insieme alla Standard - non vola in solitaria il francese Louis Bouderlique (europeo nel 2009 e nel 2013 in 15 Metri, mondiale 2016 nella Standard), dovendo fare i conti con il reatino Luca Urbani (quest’anno vincitore della prima giornata di gara in classe Standard agli Europei slovacchi di Prievidza, chiusi al 18 posto e in quinta posizione nell’ultima giornata) e il sud-africano Laurens Goudriaan, che ieri è stato il più veloce di tutti, seguito da Urbani, Mauro Brunazzo e dal talentuoso Mattia Costa, mentre Bouderlique si è fermato all’ottava posizione.  

Nella 18 Metri, la classe più affollata, torna anche il campionissimo italiano Giorgio Galetto (oro mondiale nel 1999 a Bayreuth nella 15 Metri, argento mondiale nel 2011), che dovrà vedersela con il belga Bert Schmelzer (nel 2014 sul podio mondiale in classe Standard). Qui, al comando balza subito lo spagnolo Alvaro De Orleans, seguito dallo svizzero Stefan Sidler, dal finlandese Arne Boye-Møller e dall’altro elvetico Werner Danz, mentre Galetto prova a prendere le misure con il sesto posto di giornata.  
 
I PILOTI IN GARA ALLA CIM

CLASSE OPEN
Bruno Gantenbrink         
Ronald Termaat              
Davide Schiavotto          
Pierre De Broqueville     
Eric Bernard                     
Egidio Babbi      
Alberto Sironi    

18 METRI
Jon Gatfield       
Giorgio Galetto
Arne Neumayr  
Sandro Montemaggi    
Corrado Costa
Mathias Münch       
Alois Baumgartner     
Giuseppe Dal Grande
Stefan Sidler      
Patrizia Roilo     
Thomas Gostner
Ugo Pavesi        
Bert Schmelzer
Roberto Pinato
Werner Danz     
Alvaro De Orleans
Arne Boye-Møller           
Alessandro Villa               
Roberto Romano            

CLASSE MISTA
Roland Zaccour              
Michael Wolff   
Luca Urbani
Ezio Sarti           
Franco Poletti   
Andi Leutenegger           
Roberto Istel     
Laurens Goudriaan         
Mattia Costa     
Mauro Brunazzo             
Louis Bouderlique © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma