Rieti nella tana della Vibonese
per bissare il 2-0 del 2018.
Il 4-3-3 di Modica contro il 3-4-3
di Caneo: sarà spettacolo

Sabato 9 Novembre 2019 di Marco Ferroni
Giuseppe Palma al rientro, in foto la scorsa stagione contro la Vibonese
RIETI - Vibonese-Rieti in programma oggi, 9 novembre, al "Razza" di Vibo (ore 18,30), può essere considerata una vera e propria prova di forza. Tanto i calabresi, quanto i sabini, infatti, sono in serie positiva da quattro turni e l'ultima sconfitta porta la stessa data: il 13 ottobre, infatti, gli amarantoceleste persero 1-0 col Monopoli in casa, mentre i rossoblù rimediarono un sonoro 6-2 dalla Virtus Francavilla. Da quel giorno, però, le due squadre hanno solo collezionato punti: 6 la Vibonese, 10 il Rieti. E questo è un altro dei motivi per cui oggi varrà la pena seguire con attenzione un duello ravvicinato tutt'altro che scontato. Perché se è vero che la formazione calabrese avrà dalla sua il fattore-campo, è altrettanto vero che l'undici reatino da quando è esplosa la crisi societaria ha saputo trovare equilibrio e determinazione proprio durante quei 90' di gioco usati come valvola di sfogo alle tante, forse, troppe incertezze di carattere economico che ancora oggi ruotano intorno alla sfera amarantoceleste.

MODICA VS CANEO
In campo Vibonese-Rieti potrebbe regalare gol ed emozioni: per contrastare il 4-3-3 di Modica, ecco il 3-4-3 di Caneo. Due moduli offensivi e, soprattutto, propositivi, tali da rendere incerto il pronostico finale. Nel Modica l'attacco sarà guidato ancora da Bubas e Bernardotto, mentre la mediana del Rieti ritrova Palma e potrebbe sfruttare nuovamente il jolly Esposito sul tridente avanzato. Nela Vibonese unico assente lo squalificato Malberti, nel Rieti invece mancheranno Zampa (infortunato) e Guiebre (influenzato).

PRECEDENTE POSITIVO
L'ultima volta al "Razza", tra Vibonese e Rieti finì 2-0 in favore degli amarantoceleste, che s'imposero grazie ai gol di Cernigoi e Gondo. Era il 13 febbraio, era il magic moment della cura-Capuano, da dove partì la scalata alla salvezza. Fu una gara condizionata anche dalle espulsioni dirette di Altobello prima e Bubas poi, due dei protagonisti odierni tra i calabresi, pronti a servire un "Amaro del Capo" alla banda Caneo per riequilibrare le sorti. Allo "Scopigno" invece, si è sempre imposta la Vibonese: 2-1 nella poule scudetto di due anni fa, 1-0 in campionato la scorsa stagione.

PROGRAMMA, XIV GIORNATA
Sabato 9 novembre ore 18,30:
Vibonese-Rieti;
Domenica 10 novembre ore 15:
Cavese-Catanzaro;
Monopoli-Viterbese;
Picerno-Teramo;
Reggina-Casertana;
Virtus Francavilla-Rende;
Domenica 10 novembre Ore 17,30:
Bisceglie-Bari;
Catania-Sicula Leonzio;
Ternana-Paganese.

CLASSIFICA
Reggina 31
Ternana 26
Monopoli 25
Potenza 24
Bari 23
Viterbese e Teramo 21
Catanzaro 20
Casertana 18
Virtus Francavilla, Vibonese e Catania 17
Paganese 16
Avellino 14
Picerno e Cavese 13
Rieti 12
Bisceglie 10
Sicula Leonzio 9
Rende 6 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma