Terremoti in Italia, la scossa più forte
di novembre è stata quella di Amatrice

Terremoti in Italia, la scossa più forte di novembre è stata quella di Amatrice
2 Minuti di Lettura
Giovedì 12 Dicembre 2013, 20:47 - Ultimo aggiornamento: 20:48

RIETI - Sono stati 1137 i terremoti registrati dalla rete sismica nazionale dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia nel mese di novembre 2013, una media di quasi 38 eventi al giorno. Ma la scossa più forte di novembre è stata registrata a Rieti, ad Amatrice per la precisione.

Anche questo mese non sono stati registrati eventi di magnitudo uguale o superiore di 4.0 tranne che per un terremoto localizzato fuori dal territorio italiano, al confine tra Bosnia e Croazia, di magnitudo 4.8 il 18 novembre. Solo una quindicina di terremoti hanno avuto una magnitudo maggiore o uguale di 3.0: il valore massimo di magnitudo, 3.9, è stato registrato l’ultimo giorno del mese, 30 novembre, per un terremoto localizzato in provincia di Rieti (che ha avuto un ampio risentimento anche nelle province limitrofe. La sera del 30 novembre sono stati una ventina i terremoti registrati nell’area subito dopo l’evento di magnitudo 3.9. I risentimenti di questo terremoto sono ben visibili nella mappe elaborate dal sito www.haisentitoilterremoto.it.

Tra il 21 e il 22 novembre sono stati 4 gli eventi con magnitudo maggiore di 3.0 registrati tra le province di Alessandria e Pavia al confine tra Piemonte e Lombardia. Il terremoto di magnitudo maggiore, ML 3.8, si è verificato nella mattinata del 21 novembre subito seguito da altri due eventi minori ed il giorno successivo da un terremoto di magnitudo simile, 3.7, nella serata.

Anche nel mese di novembre è proseguita la sequenza sismica nell’area del Bacino di Gubbio. Sono stati circa 300 i terremoti registrati, la gran parte di essi con basse magnitudo al di sotto di ML 2.0. L’evento di magnitudo maggiore, ML 3.2, si è verificato il 5 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA