Telefono Azzuro scende in piazza:
anche a Rieti e provincia per dire no
a ogni forma di abuso contro minori

Telefono Azzuro scende in piazza: anche a Rieti e provincia per dire no a ogni forma di abuso contro minori
di Daniela Melone
1 Minuto di Lettura
Venerdì 12 Aprile 2019, 21:01 - Ultimo aggiornamento: 21:10

RIETI - La famiglia è il luogo che dovrebbe rappresentare un porto sicuro, in cui sentirsi protetti e al sicuro. Invece stando ai dati di Telefono Azzurro il 58% delle segnalazioni che arrivano (in media sono 233 al mese) riguardano denunce di situazioni di difficoltà proprio tra le mura domestiche.

Al primo posto, tra le cause, la conflittualità tra genitori. Un altro dato allarmante è quello relativo al fenomeno del bullismo a scuola, dilagante tra gli adolescenti. Scende in piazza per combattere tutto questo, Telefono Azzurro, che da 30 anni ascolta e interviene ogni giorno, anche attraverso la linea gratuita 1.96.96 offrendo supporto e aiuto immediato. Oggi e domani le piazze italiane tornano a colorarsi di azzurro.

Anche a Rieti e provincia i volontari di Telefono Azzurro saranno nelle piazze per dire no ad ogni forma di abuso sui bambini. Nelle piazze saranno disponibili le confezioni fiorite di calandive di vari colori e il ricavato sarà interamente devoluto a Telefono Azzurro.

I volontari saranno a Rieti, Cantalice, Casperia, Castelnuovo di Farfa, Contigliano, Fara in Sabina, Fiamignano, Leonessa, Longone Sabino, Poggio Mirteto, Poggio Moiano, Salisano e Scandriglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA