Il Real Sebastiani travolgente a Catanzaro dopo un primo tempo sofferto: 54-83. Righetti: «Vittoria del gruppo»

Klaudio Ndoja in azione a Catanzaro (foto Ufficio stampa Real Sebastiani)
di Lorenzo Santilli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 24 Marzo 2021, 22:28 - Ultimo aggiornamento: 22:47

RIETI - Rialza la testa il Real Sebastiani, che nel turno infrasettimale valido per la II giornata della fase a orologio, supera nettamente Catanzaro 54-83. I padroni di casa reggono l'urto, ma durano soltanto 20' e al rientro il team di Righetti preme sull'acceleratore: si accendono i big e il Real non dà scampo ai giallorossi. Capitan Ndoja è il top scorer del match: si carica i suoi sulle spalle e con 19 punti trascina i suoi al successo. Rotazioni ampie per il coach Righetti, risponde bene anche Cena, oltre al solito Drigo. Sempre in difficoltà Paci: per lui oggi minutaggio alto, visto la scelta di Righetti di non impiegare Di Pizzo.

La gara

Non approccia nel migliore dei modi il Real a Catanzaro e i padroni di casa in avvio rifilano un 9-0 di parziale. La reazione è immediata: break di 12-0 per Ndoja e compagni, con Catanzaro che fatica a trovare le vie del canestro per diversi minuti. Al termine del primo quarto è 12-15. Fluidità in attacco e belle giocate nel secondo quarto da parte degli ospiti, che toccano così il +10 (16-26). Rieti non trova però continuità: pesano diverse palle perse ed in attacco il team di Righetti spreca troppo. La Mastria invece cresce in difesa e grazie alle conclusioni della coppia Battaglia - Cucco ricuce lo strappo fino al 29-31 dell'intervallo lungo.

Al rientro il Real alza le percentuali dalla lunga distanza: le triple di capitan Ndoja e Loschi riportano Rieti sul +11. Si accendono i big del Real Sebastiani, che nel terzo quarto scappa via: è 42-54 alla penultima sirena. Pioggia di triple nell'ultimo quarto e Rieti chiude la pratica: Catanzaro cede in difesa e il Real è travolgente nell'ultimo periodo, +28 a 3' dal termine. Spazio anche a Di Battista e Visentin nel finale, il Real passa a Catanzaro 54-83.

Il coach

«Partita dai due volti: ad un primo tempo condizionato dal viaggio lungo e dalle fatiche di domenica, abbiamo risposto con un secondo tempo che mi ha lasciato decisamente soddisfatto giocando una partita di livello sia sotto l’aspetto tattico, che da un punto di vista mentale - afferma il coach Alex Righetti - È stata una vittoria costruita azione dopo azione, punto dopo punto senza mai abbassare l’intensità: evidentemente il secondo tempo mi è piaciuto molto di più e il risultato premia i nostri sforzi. Ora abbiamo poco tempo per recuperare in vista di domenica, ma quando vinci è più semplice ritrovare le forze, sia fisiche, che mentali».

Il tabellino

Mastria Sport Academy Catanzaro: Battaglia 14 (4/6, 2/4), Cucco 8 (0/3, 2/7), Moretti 8 (1/3, 2/4), Gaetano 9 (4/7 da 2), Procopio 2 (1/4, 0/2), Tchintcharauli 2 (1/2 da 2), Brunetti 6 (1/3, 0/1), Morciano 3 (1/3, 0/1), Mastria Marco 2 (1/1 da 2), Mastria, Tomcic ne. All. Tunno. 
Real Sebastiani Rieti: Ndoja 19 (2/3, 5/8), Loschi 16 (2/2, 2/4), Paci 7 (3/6 da 2), Traini 11 (1/1, 3/7), Drigo 10 (1/2, 2/3), Provenzani 7 (2/3, 1/1), Cena 11 (4/4 1/4), Basile 2 (1/1, 0/5), Visentin (0/1 da 2), Di Pizzo ne. All. Righetti.
Arbitri: Correale (Av) e Morra (Na).
Note. Tiri da 3: Rieti 14/31, Catanzaro 6/19. Tiri liberi: Rieti 8/9, Catanzaro 9/12. 5 falli: nessuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA