Rissa a colpi di bottiglia a Porta Conca: un ferito e due fermati

L'area dove è avvenuto lo scontro
di Emanuele Faraone
3 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Dicembre 2022, 00:10 - Ultimo aggiornamento: 11:30

RIETIMaxirissa nel centro storico tra extracomunitari nelle vicinanze di un bar. Botte e una persona ferita forse con un collo di bottiglia. Il soggetto coinvolto ha riportato un profondo taglio alla mano. Solo l’immediato intervento di più pattuglie della squadra Volante della questura Rieti è riuscito, non senza fatica e momenti di tensione, a riportare la calma. Di nuovo, quindi, un episodio di violenza nel centro storico di Rieti che ha visto protagonisti diversi cittadini extracomunitari, tutti di nazionalità nigeriana. 

I coinvolti. Sette le persone che sono state coinvolte complessivamente nella violenta rissa di cui non si conoscono, al momento, le motivazioni che hanno fatto degenerare la serata, portando alla violenta reazione del gruppo di extracomunitari. Erano circa le 22 quando a Porta Conca, nelle vicinanze di un bar, tra un gruppo di nigeriani è scattato l’alterco, probabilmente acuito dal precedente consumo di bevande alcoliche. Parole, qualche spinta, reciproche recriminazioni fino a quando si è giunti alle mani con rapidità e violenza. Tra i sette è scattata quindi una rissa in cui un nigeriano ha riportato una profonda lacerazione ad una mano per via di un taglio causato dal coccio di una bottiglia di vetro. 

Ci sarà ora da capire se la ferita sia stata provocata dall’impatto accidentale con un vetro presente a terra oppure se sia stato utilizzato, da uno dei soggetti coinvolti, un collo di bottiglia rotto per far male e ferire come fosse una sorta di coltello. Chiasso, rumori e numerose grida hanno richiamato l’attenzione di diversi passanti e di alcuni residenti della zona che hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine per placare i bollenti spiriti della serata. Sul posto - indirizzato dalla sala operativa - è giunto il personale dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Volante di Rieti che è intervenuto riportando l’ordine e la calma a Porta Conca con l’ausilio anche di una pattuglia di finanzieri, giunta in supporto per ragioni di sicurezza. Tutti i nigeriani sono stati controllati e identificati dagli agenti e due di questi sono stati subito fermati e condotti in Questura per ulteriori accertamenti del caso. 

I precedenti. Lo scorso mese di ottobre, sempre nelle vicinanze di Porta Conca, in via Nuova, di nuovo il personale della Polizia di Stato e della Volante era intervenuto per sedare un’altra violenta zuffa dove erano spuntati colli di bottiglia infranti per colpire i rivali e sembrerebbe pure dei coltelli secondo quanto riportato da alcuni residenti che avevano assistito alla scena dalle finestre. Un’area cittadina particolarmente calda, soprattutto in questi mesi, nonostante il controllo e il monitoraggio da parte delle forze dell’ordine, insieme al quartiere cittadino di San Francesco dove proseguono le operazioni antidroga condotte dalla Mobile di Rieti che di fatto, dal 2018 – anno della maxi operazione “Angelo nero” – ad oggi non hai mai interrotto l’attività di controllo e repressione.

La videosorveglianza. Ma presto, in aiuto alle forze dell’ordine, ci saranno, a breve, anche nuove telecamere di videosorveglianza con l’attivazione di ulteriori occhi elettronici installati nell’ambito di un progetto regionale per il potenziamento del servizio di monitoraggio grazie alla recente approvazione del “Patto per la sicurezza dell’area del Reatino” che andrà ad elevare gli standard di sicurezza contrastando situazioni di illegalità.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA