Rieti. La storia: il reatino Aldo De Michele e la scuola da inaugurare nello Zambia

Domenica 24 Gennaio 2021 di Daniela Melone
Aldo De Michele insieme ai bambini in Africa

RIETI - Da tre anni vive in provincia di Bergamo, Aldo De Michele, reatino, impegnato da tempo in missioni di volontariato in Africa. Nel 2007 il suo primo viaggio con la Oltreconfine onlus di Rieti. Da allora tanti sono i progetti portati avanti e realizzati, anche grazie al contributo generoso dei reatini. Reatini che oggi, seppur da lontano e con mezzi informatici, vengono chiamati a raccolta da Aldo, che presiede la Evergreen Sport, associazione che ha per scopo l’organizzazione e l’esercizio di attività sportive dilettantistiche quali atletica leggera, nordic walking ed escursionismo. «L’anno passato, il 2020, così complicato e difficile - spiega De Michele - ci ha impedito di recarci in Africa a visionare i nostri sogni che si realizzavano. Ci manca l’aria che respiriamo quando siamo giù. Purtroppo è andata così, ma la situazione, anche se particolare, non ci ha impedito di portare avanti il progetto che era previsto per il 2020, la realizzazione di due scuole, una primaria e una materna, a Kaulembe, piccolo villaggio in un’area sperduta dello Zambia».

I lavori

I lavori hanno preso il via lo scorso febbraio. Sono terminati quelli strutturali, manca solo la collocazione degli arredi e parte della tinteggiatura esterna. I maestri sono pronti a collaudare le scuole, che saranno ufficialmente consegnate al villaggio i primi giorni del prossimo febbraio, quando riaprirà l’anno scolastico. Intanto sulla parete esterna troneggia la frase di Confucio “Se il tuo piano è per un anno, pianta il riso. Se il tuo piano è per 10 anni, pianta gli alberi. Se il tuo piano è per 100 anni, educa i bambini”. «Siamo felici di aver contribuito a realizzare questo sogno - osserva De Michele - un sogno per il quale ancora una volta il contributo di tutti i donatori è stato determinante: alcuni di questi vivono proprio nella mia Rieti. A loro rivolgo un sentito grazie. I bambini di Kaulembe, adesso in vacanza per la fine dell’anno scolastico, terminate le piogge, avranno l’opportunità di frequentare una vera scuola in muratura, grazie al progetto realizzato insieme alla Santina Gusmini Onlus». Per condividere questa esperienza di solidarietà e anche i sogni che verranno, cercando sostenitori per i progetti 2021, l’associazione propone incontri (dalla durata di un’ora circa) sulla piattaforma Zoom rivolti a famiglie, altre associazioni, gruppi di amici o scuole. Chi vuole saperne di più può contattare il numero di telefono 320/4717871.

© RIPRODUZIONE RISERVATA