Rieti, Cittaducale e 4Strade riprendono l'attività ma il nodo palestre rende il futuro incerto

Giovedì 17 Settembre 2020 di Giulia Moroni
RIETI - Resta ancora in stand-by il movimento pallavolistico di Rieti e del territorio regionale. I Comitati Fipav Roma e Fipav Lazio hanno inviato una serie di lettere: al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, all’ufficio scolastico regionale del Miur (per la competenza dei presidi), all’Anci (Associazione nazionale comuni italiani), alla sindaca di Roma, Virginia Raggi e alla Città Metropolitana di Roma Capitale responsabile di tutte le palestre della provincia, esprimendo forti preoccupazioni e auspicando un pronto intervento delle istituzioni per ripristinare le condizioni di normalità nel rispetto delle concessioni e delle assegnazioni stipulate dalle società con gli enti locali.

In attesa di ricevere delle risposte sulla disponibilità delle strutture per la ripresa definitiva della stagione 2020-2021, il Volley Cittaducale insieme alla società Asd Volley 4 Strade hanno ricominciato a svolgere all’aperto la loro attività.

«Abbiamo iniziato la preparazione atletica al Pattinodromo insieme all’Asd Volley 4 Strade con le ragazze di Marco Di Lieto, ci alleniamo tre volte a settimana - afferma la dirigente angioina Virginia Bianchetti – dobbiamo attendere la riapertura delle scuole. Siamo in attesa che decidano cosa fare delle palestre per definire il futuro delle nostre società, qui le cose cambiano di giorno in giorno. Noi per adesso siamo partiti così, stiamo bene, siamo tanti, le ragazze sono contente, un po' di fatica ma provvediamo a tutto. L’obiettivo è quello di fare tutti i campionati: minivolley, giovanili e di categoria questo il nostro programma ma dobbiamo vedere le aperture delle palestre anche su Roma, per l’inizio dei campionati c’è tempo ancora fino a metà novembre» Ultimo aggiornamento: 12:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA