Da Rieti a Roma per “Ripartire dal lavoro”, Paolucci (Uil): «In Piazza del Popolo per la manifestazione unitaria»

Martedì 15 Settembre 2020
Alberto Paolucci

RIETI - «Si chiama “Ripartire dal lavoro”. E’ la giornata di mobilitazione unitaria dei sindacati che coinvolgerà tutte le piazze d’Italia a sostegno delle nostre rivendicazioni per un utilizzo efficace delle risorse europee del Recovery fund. Nel Lazio l’appuntamento è fissato per venerdi 18 settembre, alle ore 9.30, a Roma in Piazza del Popolo, dove torneremo a chiedere al Governo un confronto costante e continuo, perché dal buon utilizzo dei fondi dipenderà la crescita e lo sviluppo dell’Italia e dei suoi territori». Lo dice in una nota Alberto Paolucci, Segretario della Uil di Rieti e della Sabina Romana.

«L'emergenza sanitaria dei mesi scorsi – ricorda Paolucci – ha inferto un duro colpo al nostro Paese. Le criticità presenti prima della pandemia adesso si sono acuite. C’è un’emergenza occupazionale da affrontare. Ci sono, come giustamente sostiene il nostro segretario generale Pierpaolo Bombardieri, da scongiurare i rischi di una devastante crisi sociale. E’ il momento di agire, di affrontare le emergenze, di studiare le scelte giuste per risolvere le criticità e lasciarsele alle spalle».

«La fase tre è strategica – aggiunge Paolucci – perché le scelte di oggi ricadranno sulle future generazioni, sulle loro aspirazioni e prospettive. E’ chiaro comunque che le riforme non possono più attendere. Ammortizzatori sociali, fisco, mercato del lavoro, digitalizzazione, pubblica amministrazione, infrastrutture: sono tra i temi che affronteremo a Piazza del Popolo».

«Dopo La notte del Lavoro del 29 luglio scorso – conclude Paolucci - torniamo in piazza, rispettando tutte le normative vigenti per il contenimento del Covid, ma sempre più determinati a chiedere a Palazzo Chigi risposte nuove per ricostruire il nostro tessuto sociale che l’emergenza sanitaria sta lacerando. Dobbiamo ripartire, ma ripartire dal buon lavoro, da quello che si svolge in sicurezza e da quello in cui si rinnovano i contratti pubblici e privati. Solo così si potrà assicurare valore e dignità alle donne e agli uomini del nostro paese e delle nostre province. La manifestazione sarà conclusa dal Segretario generale Uil Pierpaolo Bombardieri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA